Home News A chi fa comodo la Scozia indipendente

Greenspan: "Solo conseguenze negative"

A chi fa comodo la Scozia indipendente

0
1

Il voto sull'indipendenza della Scozia fa paura. A Cameron, a Obama, alla Ue. Il premier inglese ha parlato di un eventuale "doloroso divorzio" tra inglesi e scozzesi. Un portavoce della Casa Bianca ha detto che gli Usa "hanno tutto l'interesse affinché la Gran Bretagna rimanga forte e unita". L'ex numero uno della Federal Reserve, Greenspan, ha messo in guardia dalle "conseguenze sorprendentemente negative" per la Scozia se a prevelare fossero i sì.

La Scozia resterebbe fuori dall'Unione Europea e dalla Nato, oltre a doversi trovare una nuova moneta diversa dalla sterlina. Potrebbe innescarsi un fenomeno a catena, dalla Catalogna ai Paesi Baschi, dalla portata inimmaginabile. In ogni caso, come ha già anticipato Cameron, se pure dovesse vincere lo schieramento unionista molte cose cambieranno sul fronte della devolution. Ma considerando l'attuale contesto politico inglese, successivo al voto europeo, siamo proprio sicuri che a Londra e dintorni siano tutti impegnati a preservare l'integrità territoriale inglese? (e la storica "relazione speciale" con gli Usa?)

"Gli Stati Uniti", scrive il Financial Times, "sono particolarmente preoccupati dal fatto che la vittoria del sì in Scozia possa incrementare le chances di chi nel resto della Gran Bretagna vuole votare per uscire dall'Unione Europea", una eventualità che secondo fonti istituzionali americane renderebbe Londra "un partner meno potente". Ricordiamo che nel 2013 il parlamento inglese votò contro la missione in Siria e non sono pochi coloro che in Gran Bretagna guardano con scetticismo al previsto intervento militare contro l'Islamic State, come pure ai risultati delle guerre in Irak e in Afghanistan, piuttosto che al fallimento del modello multiculturale inglese.

Una vittoria del sì potrebbe insomma favorire ulteriormente forze politiche come l'Ukip di Nigel Farage ai prossimi appuntamenti elettorali. E sappiamo tutti come la pensa Farage sulla Ue.

  •  
  •  

Aggiungi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here