Home News A Gazebo basterebbe un po’ di rassegna stampa

L'uovo di colomba

A Gazebo basterebbe un po’ di rassegna stampa

0
115

Ai gazebini piace tantissimo il giornalismo partecipativo, così, durante il viaggio compiuto lo scorso anno dal presidente del consiglio Renzi negli Usa, decisero di coprire l’evento con i contributi degli italiani loro followers residenti in America.

Ora ci riprovano con il ministro Alfano volato a Washington per un vertice su foreign fighters e altri radicalismi sui quali c’è poco da scherzare. “Basta un telefonino, un palmare, una telecamera. Girate e mandateci tutto”, chiamano alla tastiera dalla trasmissione di Rai 3. Improvvisazione ed estemporaneità, se al pubblico che li segue piace così buon per loro.

Ma se oltre ai contributi dei follower, in redazione, a Gazebo, avessero fatto un pochino di desk, giusto quello che serve, non ci sarebbe stato bisogno di creare tutta questa aspettativa per il grande evento social, che, per inciso, molto spesso si risolve in qualche cinguettio e nulla più.

Bastava leggersi i grandi giornali online di questi giorni, la stampa anglosassone visto che parliamo di Washington,  FT, Time, National Review, Independent, per trovare citazioni dettagliate di Alfano e scoprire che l’Italia sta mettendo in guardia il resto dell’Occidente dal pericolo del Califfato in Libia oltre ad essere in prima fila nel contrasto alle possibili infiltrazioni terroristiche.

A volte per avere una notizia basta partire dai fondamentali. Che forse strapperanno qualche sorrisino in meno ma certo fanno pensare un po’ di più. Visti i temi di cui si vuole discutere, un po’ di sana vecchia rassegna stampa non guasterebbe.

  •  
  •  

Aggiungi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here