Afghanistan/2, Intercettate armi provenienti dall’Iran

LOCCIDENTALE_800x1600
LOCCIDENTALE_800x1600
Dona oggi

Fai una donazione!

Gli articoli dell’Occidentale sono liberi perché vogliamo che li leggano tante persone. Ma scriverli, verificarli e pubblicarli ha un costo. Se hai a cuore un’informazione approfondita e accurata puoi darci una mano facendo una libera donazione da sostenitore online. Più saranno le donazioni verso l’Occidentale, più reportage e commenti potremo pubblicare.

Afghanistan/2, Intercettate armi provenienti dall’Iran

21 Settembre 2007

Il carico di armi intercettato dalle forze internazionali
nell’ovest dell’Afghanistan alcuni giorni fa proveniva dall’Iran ed è stato
trasferito con il consenso “dei militari iraniani”. A rivelarlo oggi è il
generale Usa, Dan K. McNeill, alto ufficiale della Nato in Afghanistan.

Secondo il generale americano il carico di armi conteneva
mine di fabbricazione iraniana. “L’esame accurato di questi congegni esplosivi
hanno appurato chiaramente che si tratta della stessa tipologia di quelli usati
in Iraq”, ha spiegato McNeill. Il generale Usa ha inoltre aggiunto che è “difficile
immaginare”, sulla base delle notizie di intelligence, “che il carico d’armi
sia giunto in Afghanistan senza il consenso almeno dei militari iraniani”. E in
merito all’identità di questi militari, il generale Usa ha risposto che si
potrebbe trattare “delle Forze Quds, Corpo della Guardia Repubblicana”,
specializzato nelle operazioni sotto copertura.

Il carico delle armi era stato intercettato il sei settembre
nella provincia di Farah, un’area di responsabilità dei militari italiani.