Afghanistan. Commissione elettorale, raddoppiate denunce su brogli

Dona oggi

Fai una donazione!

Gli articoli dell’Occidentale sono liberi perché vogliamo che li leggano tante persone. Ma scriverli, verificarli e pubblicarli ha un costo. Se hai a cuore un’informazione approfondita e accurata puoi darci una mano facendo una libera donazione da sostenitore online. Più saranno le donazioni verso l’Occidentale, più reportage e commenti potremo pubblicare.

Afghanistan. Commissione elettorale, raddoppiate denunce su brogli

30 Agosto 2009

I responsabili della Commissione Elettorale per i Reclami in Afghanistan hanno annunciato oggi che stanno esaminando oltre 560 denunce di brogli relative al voto del 20 agosto.

Delle oltre duemila denunce di frodi ed intimidazioni occorse nella fase del fase del voto e dello spoglio delle schede, è stato precisato, 567 sono state dichiarate abbastanza gravi da poter incidere – se effettivamente compiute – sull’esito delle consultazioni.

La cifra diffusa oggi rappresenta il doppio delle denunce di violazioni gravi in esame alla commissione appena due giorni fa, quando si era parlato di 270 casi. Giovedì i funzionari della commissione aveva detto di aver ricevuto 1.749 denunce. Oggi questo numero è passato a 2.493, 567 delle quali classificate di categoria A.