Home News Afghanistan, prorogato ultimatum sui 22 sudcoreani

Afghanistan, prorogato ultimatum sui 22 sudcoreani

0
5

I talebani hanno annunciato l’ennesima proroga dell’ultimatum sui ventidue sudcoreani sequestrasti la scorsa settimana, nella provincia del Ghazni, nell’Afghanistan sud occidentale. Il termine, che era fissato per 9.30 italiane di stamani, è stato spostato alle 14.00.

I sequestrati sono continuamente minacciati di morte, se il governo di Kabul non si appresterà a scarcerare alcuni dei loro compagni detenuti. A diffondere i nuovi tempi dell’ultimatum è stata l’agenzia di stampa di Seul, ‘Yonhap’, che ha nominato uno dei principali portavoce dei guerriglieri, Qari Yousuf Ahmadi.

Il terrorista avrebbe messo sulla carta una dichiarazione in cui si sostiene che la scadenza non sarà prorogata ulteriormente. Quindi nel caso in cui non si soddisferanno le richieste dei talebani tutti i prigionieri verranno uccisi. Ahmadi ha anche precisato che i 22 sud-coreani superstiti sono tenuti segregati in undici nascondigli differenti e non soltanto in tre come era stato riferito anteriormente.

Intanto è arrivato in Afghanistan un inviato speciale incaricato dalla Corea del Sud per coordinare i negoziati e ogni altra iniziativa tesi a ottenere il rilascio dei connazionali. Si tratta di Baek Jong-Chun, consigliere presidenziale e capo della segreteria per gli Affari Esteri e la Sicurezza presso la Presidenza della Repubblica. Alcune fonti riservate del governo hanno fatto sapere che Baek “incontrerà al più presto il presidente Hamid Karzai, cui chiederà di dare prova di flessibilità nelle trattative con i sequestratori.

  •  
  •  

Aggiungi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here