Afghanistan: rapiti 18 sudcoreani

Dona oggi

Fai una donazione!

Gli articoli dell’Occidentale sono liberi perché vogliamo che li leggano tante persone. Ma scriverli, verificarli e pubblicarli ha un costo. Se hai a cuore un’informazione approfondita e accurata puoi darci una mano facendo una libera donazione da sostenitore online. Più saranno le donazioni verso l’Occidentale, più reportage e commenti potremo pubblicare.

Afghanistan: rapiti 18 sudcoreani

20 Luglio 2007

Diciotto cittadini sudcoreani che
viaggiavano su un pullman sono stati rapiti dai talebani. La conferma viene da Said
Yousuf Ahmadi, portavoce dei talebani.

Si tratta di tre uomini e quindici donne. “Sono al
sicuro con noi, li stiamo interrogando e le nostre domande e le loro risposte
verranno rese note più tardi”, ha riferito Ahmadi al telefono da una
località sconosciuta. nella provincia di Ghazni, nel centro-sud
dell’Afghanistan

L’autobus
ieri stava viaggiando dalla città meridionale di Kandahar verso la capitale,
Kabul, quando i ribelli hanno costretto il mezzo a fermarsi nel distretto di
Qarabagh, nella provincia di Ghazni, secondo quanto riferito da Khowaja
Mohammad Sadeeq, capo della polizia locale.

La
Corea del Sud non ha truppe impegnate in combattimenti in Afghanistan, ma solo
un gruppo di medici e ingegneri.

I
talebani hanno rapito diversi stranieri all’interno della loro campagna che
mira a rovesciare il governo afghano e cacciare dal Paese le forze occidentali.

Due
tedeschi e sei afghani sono stati rapiti nella zona sud occidentale di Kabul
mercoledì, e mancano ancora all’appello.

Una
persona di nazionalità tedesca è stata rapita nell’Afghanistan occidentale a
luglio, ed è stata rilasciata sana e salva dopo qualche giorno.

I
talebani hanno rapito due collaboratori francesi di una Ong e tre dei loro
colleghi afghani nella parte sud occidentale dell’Afghanistan lo scorso aprile,
rilasciandoli poi illesi.