Afghanistan. Scontro a fuoco: 3 soldati italiani feriti, uno è grave

Dona oggi

Fai una donazione!

Gli articoli dell’Occidentale sono liberi perché vogliamo che li leggano tante persone. Ma scriverli, verificarli e pubblicarli ha un costo. Se hai a cuore un’informazione approfondita e accurata puoi darci una mano facendo una libera donazione da sostenitore online. Più saranno le donazioni verso l’Occidentale, più reportage e commenti potremo pubblicare.

Afghanistan. Scontro a fuoco: 3 soldati italiani feriti, uno è grave

11 Giugno 2009

Tre militari italiani sono rimasti feriti, due in modo lieve e uno gravemente, in uno scontro a fuoco avvenuto poco fa a Farah, nell’ovest dell’Afghanistan. A confermare la notizia sono state le stesse fonti militari. Si tratta di tre paracadutisti della brigata Folgore i tre militari italiani feriti oggi in Afghanistan.

I tre erano di pattuglia congiunta con l’esercito afghano quando sono stati colpiti a Farah. Secondo quanto si è appreso, il militare più grave avrebbe una ferita al petto mentre uno è rimasto ferito a un piede e l’altro a una mano.

Nella stessa zona di Farah, ma durante la notte, si era avuto un altro attacco a una pattuglia di militari italiani. Questi avevano risposto al fuoco, senza riportare alcuna conseguenza.

La zona dove è avvenuto l’attacco si trova nella parte meridionale della Regione ovest, a comando italiano. È una zona tradizionalmente calda, così come lo è anche quella della provincia di Bala Morgab, che si trova invece nella parte nord dell’area di responsabilità italiana: dove martedì si è verificata una dura battaglia durante la quale sono stati colpiti due elicotteri Mangusta, ma non ci sono stati feriti tra gli italiani. Ingenti, invece, le perdite tra gli afghani.