Alpinismo. Morto il friulano Luca Vuerich, travolto da una valanga sulle Alpi

LOCCIDENTALE_800x1600
LOCCIDENTALE_800x1600
Dona oggi

Fai una donazione!

Gli articoli dell’Occidentale sono liberi perché vogliamo che li leggano tante persone. Ma scriverli, verificarli e pubblicarli ha un costo. Se hai a cuore un’informazione approfondita e accurata puoi darci una mano facendo una libera donazione da sostenitore online. Più saranno le donazioni verso l’Occidentale, più reportage e commenti potremo pubblicare.

Alpinismo. Morto il friulano Luca Vuerich, travolto da una valanga sulle Alpi

22 Gennaio 2010

Non ce l’ha fatta ed è morto per le gravi ferite il noto alpinista Luca Vuerich, di 34 anni, travolto stamattina da una valanga sulle montagne delle Alpi Giulia orientali, sul confine italo-sloveno. In base a quanto riportato dai carabinieri del Comando provinciale di Udine, la disgrazia è avvenuta sulle pendici del monte Prisojnik, non lontano dalla località sciistica di Kranjska Gora (Slovenia). Vuerich, alpinista di livello internazionale, era nato a Gemona del Friuli e risiedeva a Tarvisio (Udine).

Vuerich si era recato sul posto assieme a un compagno sloveno per effettuare la scalata di una cascata di ghiaccio. L’incidente si è verificato intorno alle ore 11.00. per cause da accertare, la coppia è stata travolta da una valanga, che ha sfiorato l’alpinista sloveno e ha invece trascinato Vuerich in un canalone.

Sul posto sono intervenute squadre del Soccorso alpino di Cave del Predil (Udine) assieme a quelle della Slovenia, che hanno recuperato Vuerich, trasportandolo all’ospedale di Udine, dove i sanitari si sono riservati la prognosi. Amico di Nives Meroi e residente a Tarvisio (Udine), Vuerich ha effettuato circa 600 salite sulle Alpi, in tutte le stagioni, con l’apertura di circa 30 vie nuove nelle Alpi Giulie, e ha compiuto spedizioni su numerose cime nepalesi.