Arezzo. Cercatore di funghi ucciso per errore da fucilata di un cacciatore

LOCCIDENTALE_800x1600
LOCCIDENTALE_800x1600
Dona oggi

Fai una donazione!

Gli articoli dell’Occidentale sono liberi perché vogliamo che li leggano tante persone. Ma scriverli, verificarli e pubblicarli ha un costo. Se hai a cuore un’informazione approfondita e accurata puoi darci una mano facendo una libera donazione da sostenitore online. Più saranno le donazioni verso l’Occidentale, più reportage e commenti potremo pubblicare.

Arezzo. Cercatore di funghi ucciso per errore da fucilata di un cacciatore

14 Novembre 2010

Un cercatore di funghi di 47 anni è morto stamattina in provincia di Arezzo, ucciso per errore da un colpo di fucile esploso da un cacciatore. La vittima, sposato con due figli, si trovava nei boschi di San Fabiano e San Polo, quando intorno alle 8 è stato raggiunto da una fucilata.

È stato lo stesso cacciatore, un 41enne di Arezzo, una volta accortosi dell’errore, a chiamare i soccorritori. Sul posto sono intervenuti i sanitari del 118, ma ogni tentativo di rianimare il cercatore di funghi è stato inutile.

Per recuperare la salma sono intervenuti i vigili del fuoco, gli uomini del soccorso alpino e speleologico e i carabinieri. Il cacciatore è stato denunciato e il fucile sequestrato.