Bce. Trichet: “La ripresa è attesa per la metà del 2010”

Dona oggi

Fai una donazione!

Gli articoli dell’Occidentale sono liberi perché vogliamo che li leggano tante persone. Ma scriverli, verificarli e pubblicarli ha un costo. Se hai a cuore un’informazione approfondita e accurata puoi darci una mano facendo una libera donazione da sostenitore online. Più saranno le donazioni verso l’Occidentale, più reportage e commenti potremo pubblicare.

Bce. Trichet: “La ripresa è attesa per la metà del 2010”

02 Luglio 2009

"Il consiglio dei governatori ha deciso di lasciare invariati i tassi di interesse. L’attuale livello dei tassi è quello appropriato". Lo ha detto il presidente della Banca Centrale europea (Bce), Jean-Claude Trichet, nel corso di una conferenza stampa a Lussemburgo.

"L’attività economica quest’anno rimarrà debole e la ripresa è attesa per la metà del 2010", ha aggiunto Trichet, che ha poi proseguito: "L’inflazione resterà temporaneamente in terreno negativo nei prossimi mesi. L’obiettivo resta quello di tornare vicino al 2% nel medio termine". Infine: "Il consiglio dei governatori ritiene che il processo di aggiustamento strutturale debba cominciare, in ogni caso, al più tardi con la ripresa economica. E nel 2011 bisognerà intensificare gli sforzi di consolidamento" delle finanze pubbliche nella zona euro.