Berlusconi: svendono Alitalia, su Malpensa sinistra invidiosa

LOCCIDENTALE_800x1600
LOCCIDENTALE_800x1600
Dona oggi

Fai una donazione!

Gli articoli dell’Occidentale sono liberi perché vogliamo che li leggano tante persone. Ma scriverli, verificarli e pubblicarli ha un costo. Se hai a cuore un’informazione approfondita e accurata puoi darci una mano facendo una libera donazione da sostenitore online. Più saranno le donazioni verso l’Occidentale, più reportage e commenti potremo pubblicare.

Berlusconi: svendono Alitalia, su Malpensa sinistra invidiosa

19 Marzo 2008

Il leader del Pdl candidato premier Silvio Berlusconi rivolge dalle pagine del quotidiano Libero un appello agli elettori lombardi e attacca la sinistra che “svende Alitalia a un quinto del suo valore di mercato”.

Secondo Il Cavaliere si sta cercando di chiudere Malpensa, il porto dell’Italia sul mondo”, diementicando che la Lombardia “è il motore del paese, e ha bisogno di carburante perchè‚ se corre la Lombardia corre tutta l’Italia”. Per il Cavaliere i motivi sono chiari: “E’ sempre la solita storia: l’invidia per chi produce ricchezza provata da chi, come Veltroni, non ha mai lavorato un giorno in vita sua”.

Il candidato premier del Pdl invita inoltre “a riflettere” quanti scelsero a suo tempo Romano Prodi: “Hai fatto la scelta giusta? Stai meglio ora, o due anni fa?”. E – passando dal paragone tra la situazione di emergenza rifiuti Campania e la capacità della Lombardia di fare ricchezza con il riciclo – attacca poi direttamente con l’affondo il governo Prodi: “Proclamare che i conti dello Stato sono in ordine, oltre a non essere vero, è un insulto per tutte le famiglie che in questi due anni si sono impoverite”.