Bertinotti: “Favorire i ricongiungimenti familiari? Un privilegio immorale”

LOCCIDENTALE_800x1600
LOCCIDENTALE_800x1600
Dona oggi

Fai una donazione!

Gli articoli dell’Occidentale sono liberi perché vogliamo che li leggano tante persone. Ma scriverli, verificarli e pubblicarli ha un costo. Se hai a cuore un’informazione approfondita e accurata puoi darci una mano facendo una libera donazione da sostenitore online. Più saranno le donazioni verso l’Occidentale, più reportage e commenti potremo pubblicare.

Bertinotti: “Favorire i ricongiungimenti familiari? Un privilegio immorale”

31 Luglio 2007

In seguito al caso Mele, alla sua cacciata dall’Udc e al
tentativo da parte di Lorenzo Cesa di tamponare i danni dicendo che “i
parlamentari sono soli” e bisognerebbe “facilitare i ricongiungimenti familiari”,
dure le reazioni di Bertinotti, che definisce questa proposta un “privilegio
immorale”.

Secondo Bertinotti, il presidente della Camera, la proposta
della ricongiunzione a Roma di famigliari dei parlamentari “va nella direzione
opposta a quella su cui la Camera ha operato e intende continuare ad operare”,
per quanto riguarda la riduzione dei costi. Sarebbe inoltre una “condizione di
privilegio per il parlamentare, del tutto incompatibile con la morale pubblica”.