Home News Birmania. Aung San Suu Kyi: nuovo appello Onu, il verdetto slitta ancora

Birmania. Aung San Suu Kyi: nuovo appello Onu, il verdetto slitta ancora

0
2

Potrebbe slittare ancora l'annuncio del verdetto per Aung San Suu Kyi, se non miglioreranno le condizioni di salute dell'americano che è stato causa dell'incriminazione della leader dell'opposizione birmana. Lo ha riferito un rappresentante della giunta al potere in Birmania. L'uomo tre giorni fa era stato ricoverato in ospedale dopo aver avuto delle convulsioni.

Intanto, il segretario generale dell'Onu, Ban Ki-moon, ha nuovamente esortato la giunta militare della Birmania a liberare i prigionieri politici tra cui Aung San Suu Kyi a meno da una settimana dalla sentenza attesa nel processo a suo carico. "Mi auguro che le autorità birmane rispondano positivamente e rapidamente alle attese, alle inquietudini e ai reiterati appelli della comunità internazionale che chiede il rilascio di tutti i prigionieri politici e in particolare di Aung San Suu Kyi", ha detto ban Ki-moon ai giornalisti.

Vincitrice del Premio Nobel per la pace nel 1991, Aung San Suu Kyi, simbolo della lotta per i diritti umani nel suo paese, rischia fino a cinque anni di carcere per asserita violazione del regolamento sugli arresti domiciliari cui è sottoposta. E questo perché un cittadino americano aveva raggiunto a nuoto la sua abitazione, sia pure senza essere stato invitato.

  •  
  •  

Aggiungi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here