Home News Blitz di Greenpeace: striscione al Colosseo per il si al referendum

Blitz di Greenpeace: striscione al Colosseo per il si al referendum

2
48

A Roma è appena l’alba quando gli attivisti di Greenpeace lanciano la loro ultima azione pro-referendum. Aprono uno striscione di 300 metri quadri sul Colosseo in cui si legge: “Italia, ferma il nucleare. Vota si”.

Il responsabile della campagna contro il nucleare del movimento, Salvatore Barbera, riferisce che questo blitz non vuole essere una protesta, ma solo la fine di una campagna per difendere il diritto democratico di votare. “Desideriamo mobilitare tutti gli italiani e il successo è vicino: il nucleare sarà cancellato per sempre da questo Paese. Apriremo una nuova era fatta di energia pulita e rinnovabile.” Non sono soli.

Insieme a loro sono presenti altri ragazzi. È il movimento ipazzisietevoi.org, appena uscito dal rifugio antiatomico che li ha tenuti reclusi l’ultimo mese. Hanno vissuto in completo isolamento, come se fosse esplosa una centrale nucleare. Barricati come topi per manifestare tutta la loro rabbia contro chi vuole lasciare i rischi del nucleare alle future generazioni. Aprono un altro striscione: “I pazzi siete voi. Il nucleare non è il nostro futurò.” Due di loro hanno passato le ultime due settimane rinchiusi in un grande bidone, costruito da Greenpeace di notte, in segreto sul Pincio a Roma.

La battaglia di ipazzisietevoi.org nasce sul web e si diffonde sui social network, raggiungendo sul sito 500.000 contatti. Per 28 giorni hanno chiesto agli italiani di scendere in strada, diffondere volantini e adesivi. “Ora è il nostro turno.” 

  •  
  •  

2 COMMENTS

  1. Cominciassero a non usare
    Cominciassero a non usare l’energia elettrica, e a vivere nelle caverne. Poi ne riparliamo.

Aggiungi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here