Home News Borse. Nuovo record: il prezzo dell’oro vola e supera i 1.100 dollari l’oncia

Borse. Nuovo record: il prezzo dell’oro vola e supera i 1.100 dollari l’oncia

0
10

L'oro sfonda la barriera dei 1.100 dollari l'oncia e mette a segno un nuovo record. A New York il contratto futures sul metallo prezioso è volato a 1.101,90 dollari l'oncia mentre quello con consegna immediata ha raggiunto quota 1.101,42 dollari l'oncia. Prosegue quindi il movimento al rialzo delle quotazioni aurifere partito a inizio settimana con la notizia dell'acquisto di 200 tonnellate di oro da parte della Banca centrale indiana dal Fondo monetario internazionale.

Le quotazioni dell'oro hanno raggiunto la soglia di 1.100 dollari l'oncia, stabilendo un nuovo record storico. A Londra la quotazione spot dell'oro è salita fino a 1.101,90 dollari per poi attestarsi a 1.098,05 con un rialzo giornaliero dello 0,8% e settimanale del 5%.

L'indebolimento del dollaro ha favorito la rottura della resistenza a 1.097 dollari/l'oncia dove l'oro era inchiodato da due giorni. Il balzo è avvenuto in sintonia con la ripresa dei listini azionari che hanno assorbito velocemente il dato negativo della disoccupazione Usa di ottobre (salita al 10,2%). Gli investitori, infatti, intimoriti dal pessimo dato sulla disoccupazione Usa di ottobre, si sono messi al "sicuro" tornando a comprare oro.

L'oro si conferma quindi bene rifugio per eccellenza e viaggia ancora su livelli record. La quotazione di oggi riprende la costante crescita nell'ultimo mese: il trend rispecchia soprattutto l'andamento del dollaro: se scende nei confronti dell'euro il prezzo dell'oro sale. E anche la Cina, principale detentore di moneta verde e grande sostenitore dell'economia americana, possiede una quantità di oro che raggiunge i 1.000 miliardi di dollari.

"La decisione dell'India di comprare 200 tonnellate metriche di oro (6,7 miliardi di dollari) dal Fondo monetario internazionale evidenzia lo storico spostamento rispetto all'anno scorso delle banche centrali, che da essere le più grandi net seller di oro (12 anni consecutivi di net selling) diventano net buyer sul metallo giallo. Dal momento dell'annuncio, il prezzo dell'oro ha battuto il record di tutti i tempi", ha commentato Nicholas Brooks, Head of Research and Investment Strategy di ETF Securities.

"L'impatto sul mercato dell'oro non è semplicemente determinato dallo spostamento nella domanda fisica ma potenzialmente ci sarà anche un impatto psicologico più vasto e durevole sul settore dato che gli investitori privati non stanno ignorando il voto implicito delle più importanti banche centrali contro il dollaro statunitense e stanno tenendo in considerazione anche le preoccupazioni di medio termine sui rischi dell'inflazione globale".  ETF Securities, il più grande emittente europeo di ETC su oro fisico, ha visto i suoi ETC accumulare 8 milioni di once (8,7 miliardi di dollari al prezzo attuale) alla fine di ottobre, in crescita del 51% dall'anno scorso e vicino a raddoppiare i livelli di fine 2007.

Gli operatori si attendono che l'India possa essere solo la punta di un iceberg insieme a Cina, Russia e alle altre banche centrali dei più importanti paesi emergenti, come parte della loro diversificazione al di fuori del dollaro statunitense, che determinerebbe un cambiamento strutturale che potrebbe sostenere il prezzo dell'oro su base di medio/lungo periodo.

  •  
  •  

Aggiungi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here