Bosnia. Cambio al vertice della Nato a Sarajevo

LOCCIDENTALE_800x1600
LOCCIDENTALE_800x1600
Dona oggi

Fai una donazione!

Gli articoli dell’Occidentale sono liberi perché vogliamo che li leggano tante persone. Ma scriverli, verificarli e pubblicarli ha un costo. Se hai a cuore un’informazione approfondita e accurata puoi darci una mano facendo una libera donazione da sostenitore online. Più saranno le donazioni verso l’Occidentale, più reportage e commenti potremo pubblicare.

Bosnia. Cambio al vertice della Nato a Sarajevo

16 Gennaio 2010

Il Generale di Brigata Sabato Errico ha ceduto il comando del Nato Headquarters Sarajevo (NhqSa) in Bosnia Erzegovina (BiH) al pari grado statunitense John W. Bullard. La cerimonia si è svolta nel Parlamento di Sarajevo, alla presenza del Vice Comandante del Joint Force Command (Jfc) di Napoli, Generale Charles Bouchard e di numerose autorità civili e militari.

Il Comando NhqSa viene costituito il 2 dicembre 2004 a seguito degli accordi di Berlin plus che determinarono la fine della missione Nato Sfor e il passaggio della responsabilità delle operazioni all’Unione Europea. L’impegno politico a lungo termine della Natoin Bosnia Erzegovina è rimasto inalterato ed ha mantenuto il delicato compito di assistere le autorità bosniache per il conseguimento dei requisiti necessari all’integrazione nell’Alleanza Atlantica, con uno sguardo particolare in materia di riforma dei settori della Difesa e della Sicurezza.

Molti sono stati gli obiettivi raggiunti durante la guida italiana della missione Nato: la preparazione delle unità delle Forze Armate della BiH da impiegare in Afghanistan, lo svolgimento della prima esercitazione Nato/PfP Combined Endeavor, la richiesta di adesione al Membership Action Plan (Map) al Segretario Generale della Nato da parte del Presidente della Bosnia Erzegovina, la riorganizzazione del settore addestrativo preposto alla formazione linguistica.

L’esercitazione Combined Endevour 09, che ha visto la partecipazione delle Forze Armate bosniache e di molte altre nazioni, non ha precedenti nella storia della Bosnia Erzegovina, ed il suo successo è la dimostrazione che l’impegno, la decisione ed una attenta attività di coordinamento sono la garanzia per ottimi risultati. In questo periodo sono stati incrementati i rapporti tra la Natoe le Università bosniache ed è stato organizzato a Sarajevo il 1° Seminario sul Diritto Umanitario a cura dell’Istituto Internazionale di Diritto Umanitario di Sanremo. Durante la cerimonia di cambio, il Vice Comandante del Jfc Naples ha voluto sottolineare le eccellenti relazioni stabilite dal Generale Errico con le Autorità politiche della Bosnia Erzegovina, in particolare con il Ministro della Difesa ed il Capo di Stato Maggiore della Difesa, e gli ha conferito la medaglia Nato per i servizio prestato in Bosnia Erzegovina e la medaglia statunitense al merito.

Nel suo discorso di commiato il Generale Errico ha sottolineato i progressi fatti dalla Bosnia Erzegovina sulla strada dell’integrazione europea ed atlantica, progressi ottenuti grazie allo sforzo comune delle Autorità bosniache, della Nato, della Forza dell’Unione Europea e di tutti i rappresentanti della comunità internazionale. Ha inoltre evidenziato lo sforzo fatto dal Comando Nato per coinvolgere le Università, e quindi i giovani, in questo processo di integrazione, in quanto essi saranno gli attori protagonisti di tale processo di rinnovamento. Il Generale Errico ha infine concluso il prorio intervento ringraziando il Parlamento per l’opportunità accordata di svolgere la cerimonia in una sede così significativa, che rappresenta l’unità di tutti i cittadini della Bosnia Erzegovina.