Home News Bossi: “I centralisti stanno acquattati nelle pieghe dello Stato”

Bossi: “I centralisti stanno acquattati nelle pieghe dello Stato”

0
51

"Fini dice che la Padania non esiste perché ne ha paura. È la parte del Paese che produce e paga le tasse e per questo vuole il cambiamento. Ecco perché molti ne sono intimoriti". Lo dice il leader della Lega Umberto Bossi intervistato da Repubblica, rispondendo alle dichiarazioni di ieri del presidente della Camera Gianfranco Fini, che aveva criticato le "sortite estemporanee" del Carroccio che rischiano di "minare la coesione nazionale".

"La Padania – sottolinea Bossi – è talmente inesistente che a noi ha dato più voti che a tutti gli altri partiti". Se Fini parla così è perché "abita molto lontano dalla Padania, non gira casa per casa, non conosce questo territorio e per questo qui da noi non becca un voto".

Bossi ribadisce anche la sua idea di trasferire alcuni ministeri nelle città settentrionali, come Milano, Venezia e Torino: "È una necessità e un'opportunità" mentre "per molti è una rivoluzione: sono i centralisti che stanno acquattati nelle pieghe dello Stato".

  •  
  •  

Aggiungi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here