Home News Brunetta: “Da settembre sanzioni per chi viola norme trasparenza”

Brunetta: “Da settembre sanzioni per chi viola norme trasparenza”

0
43

Dopo le norme, arrivano le sanzioni. Prosegue l'operazione trasparenza nella pubblica amministrazione del ministro della Funzione Pubblica, Renato Brunetta. "Una certa resistenza alle novità da parte delle burocrazie ministeriali non mi stupisce, ma a a settembre arriveranno sanzioni morali e materiali per chi non rispetta le norme. Gli obblighi di trasparenza, poi, saranno estesi a magistrati, professori universitari e le altre professionalità di vertice che non hanno la qualifica di dirigenti", spiega il ministro, intervistato dal Sole 24 ore.

"Chiudiamo il cerchio con l'approvazione del decreto attuativo su meritocrazia e trasparenza, il testo della class action nella pa e l'avvio della posta elettronica certificata. Dal primo gennaio tutto il sistema sarà operativo, Su questi temi, finalmente, la pubblica amministrazione può uscire vittoriosa, e con orgoglio, dal confronto con il privato", annuncia Brunetta, che parla di punizioni economiche e morali "La sanzione più efficace è ovviamente quella economica, cioè il taglio del salario accessorio al dirigente dell'ufficio che non rende disponibili i dati. La previsione si può inserire nel decreto attuativo della riforma del pubblico impiego, che sta finendo i passaggi in commissione e sarà approvato al consiglio dei ministri intorno a metà settembre".

Puntualizza infine Brunetta, a inizio mese "pubblicheremo sul sito della Funzione pubblica la lista dei 'buoni', o dei 'trasparenti', e dei 'cattivi', così ci sarà subito una sanzione morale", osserva il ministro della Funzione Pubblica. Senza dimenticare la class action pubblica, per cui il governo provvederà "subito", perchè "è la sanzione delle sanzioni: tra settembre e ottobre sarà pronta anche lei, perchè a gennaio tutto il nuovo sistema deve essere operativo".

  •  
  •  

Aggiungi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here