Home News Caldo. Sabato allerta massima in 21 città, si salva solo il sud

Caldo. Sabato allerta massima in 21 città, si salva solo il sud

0
6

L'emergenza-caldo marcia verso il picco, previsto dalla Protezione Civile tra domani e sabato. Continua infatti a salire l'allerta caldo: sabato saranno 21, su 27 monitorate, le città in cui si registrà il livello massimo di allerta per le ondate di calore.

Dal sistema di monitoraggio del Dipartimento della Protezione Civile emerge che tutto le città del centro nord saranno sotto una cappa di afa: il 'livello 3' - quello in cui si prevedono condizioni meteo a rischio che richiedono interventi per la popolazione - sarà raggiunto a Bolzano, Bologna, Brescia, Campobasso, Civitavecchia, Firenze, Frosinone, Genova, Latina, Messina, Milano, Napoli, Perugia, Pescara, Rieti, Roma, Torino, Trieste, Venezia, Verona, Viterbo.

Ad Ancona l'allerta si fermerà a 'livello 2', che prevede comunque condizioni meteo che possono avere effetti negativi sulla popolazione, mentre si salva - con l'eccezione appunto di Messina e Napoli - il sud: livello 0 a Cagliari, livello 1 a Bari, Catania, Palermo e Reggio Calabria.

Trieste è una delle sei città più bollenti d'Italia e nelle prossime ore le cose non sono destinate a migliorare, anzi. Si dovrebbe tornare a "respirare" domenica, quando in mattinata arriverà un fronte freddo dall'Europa centrale. Intanto, si continuerà a boccheggiare, con una temperatura del mare oltre i 28 gradi che non aiuta le elevate temperature dell'aria, rese ancora più insopportabili dagli alti tassi di umidità. Stasera, alle ore 19, a Trieste si registravano 30° ma a causa dell'umidità la percezione era di 37°, a Udine 32°, a Gorizia e Pordenone 31°. Ben 34,3°, la temperatura più hot della regione, sono stati segnalati a Capriva del Friuli.

Si suda anche sui monti, con temperature che segnano il record degli ultimi 90 anni in Alto Adige. E per il caldo un immigrato libanese agli arresti domiciliari si è allontanato dalla sua residenza di Vallecrosia per cercare refrigerio sul lungomare, ed è stato denunciato dai carabinieri per evasione.

Alla luce di queste condizioni meteorologiche estreme, peraltro una delle cause della morte di un camionista di Rovigo accaduta nel pomeriggio a Chiari nel bresciano, il ministro della Salute Ferruccio Fazio ha inviato oggi una lettera agli Assessorati alla Salute e ai Servizi Sociali delle Regioni, all'Anci, ai Medici di Medicina Generale (Mmg) e ai Prefetti, per sollecitare l'adozione di "ogni iniziativa concertata utile a favorire il miglior coordinamento nel fronteggiare gli effetti delle ondate di calore". E ha rivolto un appello agli italiani: "Prima di andare al Pronto Soccorso, in presenza di sintomi legati al caldo, chiamate il medico di famiglia".

Inoltre, a partire dalle ore 8 di domani mattina fino alle ore 20 sarà attivo tutti i giorni, compresi il sabato e la domenica, il numero verde 1500 del dicastero della Salute per informazioni e consigli dispensati da personale appositamente formato. Sul fronte della prevenzione il Comune di Foggia, dove si registrano temperature che si aggirano sui 40 gradi, fornirà pasti a domicilio per gli anziani over 65. E per far fronte all'ondata di calore saranno attivi il servizio di Assistenza Domiciliare, il servizio di Telesoccorso, ed il servizio trasporto assicurato, oltre al call center 800 015552.

A Roma, ha precisato il direttore della Protezione civile di Roma, Tommaso Profeta, sono state distribuite in strada, in questi ultimi tre giorni, circa 200mila bottigliette d'acqua che equivalgono a 100mila litri. Per gli anziani un municipio sta sperimentando un braccialetto "biometrico" che rileva automaticamente frequenze cardiache, pressione, temperature e persino eventuali cadute.

Oggi le chiamate al solo 118 di Milano sono state circa 1.800, il 20% in più rispetto ai giorni scorsi. La maggior parte di queste sono per 'eventi medici acutì, che possono essere riconducibili proprio a problemi legati al caldo. Il Comune di Firenze ha attivato un numero verde 800-801616, mentre la Regione Toscana ha attivato il progetto 'Sorveglianza attivà per anziani oltre i 75 anni. Le temperature elevate e l'assenza di piogge stanno poi favorendo gli incendi: nelle ultime 36 ore i mezzi aerei della flotta dello stato gestita dal Dipartimento della Protezione Civile sono intervenuti su 18 roghi, per la maggior parte dei casi sviluppatisi nelle regioni del centro-sud.

  •  
  •  

Aggiungi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here