Home News Caro Veltroni, lascia stare la Messa e pensa ai tuoi amici comunisti

L'intervento

Caro Veltroni, lascia stare la Messa e pensa ai tuoi amici comunisti

0
766

Ieri ospite di ‘Che tempo che fa’ Walter Veltroni si è chiesto se ‘sia giusto autorizzare le messe non i teatri e i cinema’. L’affermazione di Veltroni ha un punto che trovo di una superficialità preoccupante. Si sostiene “se hai chiuso questo dovevi chiudere anche quello”. Innanzitutto va ribadito che lo Stato italiano non ha il potere di non consentire le Messe. Esistono i patti lateranensi, caro Veltroni. La chiesa ha deciso con grande senso di responsabilità di collaborare con lo Stato in questo momento in cui serve grande attenzione per la salute dei cittadini. Ma delle Messe e delle chiese decide l’autorità ecclesiastica che continuerà, sono convinta, ad agire come ha fatto fino ad ora.

Invece su spettacoli e cinema decide lo Stato con il suo ministero dei beni culturali. Poi ci si deve domandare se queste chiusure imposte hanno un senso. Personalmente non avrei vietato spettacoli e cinema così come non avrei vietato la ristorazione dopo le 18 (basterebbe controllare e sanzionare coloro che non sono in grado di garantire le misure di sicurezza necessarie per evitare il contagio). La decisione presa è frutto di una impostazione statalista che neutralizza la libertà e la responsabilità individuale, ma è quella comunista caro il mio Veltroni, quindi lascia stare le messe di cui si occupa l’autorità ecclesiastica e vai a bussare alle porte dei tuoi amici che siedono al governo di un paese che sta prendendo una deriva autoritaria molto preoccupante.

Elisa Rossini – consigliere comunale di Modena

  •  
  •  

Aggiungi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here