Home News Caso Cosentino. Bocchino: “Sono estraneo alle indagini”

Caso Cosentino. Bocchino: “Sono estraneo alle indagini”

0
2

Italo Bocchino, in una dichiarazione, sottolinea la sua totale estraneità all'indagine napoletana su Cosentino, sostenendo che il suo nome appare solo come uno degli eletti sul territorio e "mai più citato" da pm e gip all'interno della richiesta d'arresto per il sottosegretario.

"In riferimento a quanto pubblicato dalla stampa circa la presenza del mio nome negli atti con cui la magistratura napoletana ha chiesto alla Camera l'arresto di Nicola Cosentino - afferma il presidente vicario dei deputati del Pdl - va precisato che si tratta di una citazione del tutto marginale in cui un pentito, elencando i parlamentari di quel territorio, inserisce anche il sottoscritto come appartenente ad un contesto che va inteso come territoriale e certo non riferito all'organizzazione camorristica".

"Ciò - prosegue - è evidenziato dal fatto che soltanto il mio nome infatti non è mai più citato dai pm e dal gip, emergendo con chiarezza la mia lontananza da ogni vicenda, anche soltanto di malcostume clientelare, legata al consorzio dei rifiuti al centro delle indagini. Per quanto mi riguarda i magistrati napoletani possono scandagliare il mio passato, indagare il mio presente e prevedere il mio futuro senza trovare nulla di imbarazzante". "Quanto al clan dei Casalesi - aggiunge - penso sia utile che lo Stato assicuri i suoi affiliati alla giustizia e che questa li condanni severamente affinchè finiscano i loro giorni in carcere liberando il territorio da una morsa insostenibile".

"Considero insolito inoltre - conclude - che la stampa faccia leva sulla notorietà della mia persona per presentare il mio nome ai lettori senza chiarire l'assoluta e conclamata estraneità da ogni contesto".

  •  
  •  

Aggiungi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here