Home News Caso Englaro. Il pg prenderà tutto il tempo concesso per decidere

Caso Englaro. Il pg prenderà tutto il tempo concesso per decidere

0
6

Il procuratore generale di Milano Gianfrano Montera ha annunciato oggi che la procura si prenderà tutto il tempo necessario "per sfuggire al corto respiro delle passioni politiche" e per decidere se impugnare la sentenza che concede al padre di Eluana Englaro, in coma da 16 anni, di toglierle l'alimentazione forzata. 

Per Montera "la decisione da prendere che credevamo possibile nel più breve tempo di legge si è rivelata così complicata che prenderemo tutto il tempo che la legge ci concede. Questo per sottrare la decisione al corto respiro delle passioni politiche che si stanno muovendo intorno alla vicenda".

Ieri il decreto della corte d'appello del tribunale civile di Milano è stato depositato in cancelleria per presentare ricorso. A partire da ieri dunque, la procura ha 12 mesi di tempo a disposizione oppure 60 giorni dal momento in cui Beppino Englaro, padre di Eluana, notifichi il provvedimento alla procura generale, cosa che finora non ha fatto.

Il padre di Eluana ha comunque la possibilità di togliere il sondino che alimenta la figlia in qualsiasi momento, senza dover attendere l'eventuale ricorso, ma il procuratore ho detto oggi di avere "elementi per credere che non lo farà".

Si parla già di possibile conflitto di attribuzioni e per questo il Senato è stato chiamato a discutere se sollevare un'eventuale proceduradavanti alla corte costituzionale tra potere giudiziario e potere legislativo.

  •  
  •  

Aggiungi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here