Cina. In migliaia si sono sposati per la data portafortuna 9/9/9

LOCCIDENTALE_800x1600
LOCCIDENTALE_800x1600
Dona oggi

Fai una donazione!

Gli articoli dell’Occidentale sono liberi perché vogliamo che li leggano tante persone. Ma scriverli, verificarli e pubblicarli ha un costo. Se hai a cuore un’informazione approfondita e accurata puoi darci una mano facendo una libera donazione da sostenitore online. Più saranno le donazioni verso l’Occidentale, più reportage e commenti potremo pubblicare.

Cina. In migliaia si sono sposati per la data portafortuna 9/9/9

09 Settembre 2009

Migliaia di coppie cinesi si sono sposate oggi nella convinzione che la data 9-9-9 porterà fortuna e amore eterno. Lo ha riferito l’agenzia Nuova Cina. In mandarino (lingua ufficiale della Cina), il numero nove si pronuncia allo stesso modo del carattere che significa "in eterno".

Solo nella città di Canton, capoluogo della provincia del Guangdong, 6.106 coppie hanno detto sì, "un record dalla fondazione della Repubblica popolare nel 1949", hanno reso noto le autorità locali. In molte città, gli uffici matrimoniali hanno dovuto aumentare lo staff per accontentare le richieste di una marea di sposi in lunghissime file. La Cina non vedeva una simile pila di certificati di matrimonio dal giorno di apertura delle Olimpiadi di Pechino, l’8 agosto 2008 (anche la pronuncia di "otto" è simile a quella del carattere che significa "fortuna"), quando si è registrata la cifra record di 315.000 neo sposi.

Perfino gli uffici di Urumqi, la capitale della regione autonoma del Xinjiang insanguinata gli scorsi giorni dagli scontri fra uighuri (etnia turcofona di religione musulmana) e han (la maggioranza della popolazione cinese), sono stati presi d’assalto. Chi non è riuscito oggi a coronare il sogno di felicità sta già pensando alle prossime date fortunate: 10-10-10, che significa "perfezione", e 11-11-11, che vuol dire "sincerità".

Se oggi gli uffici matrimoniali hanno avuto molto da fare, altrettanto impegnativo è stato il lavoro dei sociologi, che hanno raccomandato massima attenzione ai matrimoni affrettati, perchè "un giorno di buon auspicio non garantisce un’unione eterna". Secondo un sondaggio condotto a Shanghai, il 2% delle coppie sposate l’8-8-8 ha già rotto il matrimonio. Ed è passato alla storia il caso di 2 sposi che si sono conosciuti il primo agosto, si sono sposati l’8 e hanno divorziato a ottobre.