Colpi di mortaio contro Israele. Violato il cessate-il-fuoco

Dona oggi

Fai una donazione!

Gli articoli dell’Occidentale sono liberi perché vogliamo che li leggano tante persone. Ma scriverli, verificarli e pubblicarli ha un costo. Se hai a cuore un’informazione approfondita e accurata puoi darci una mano facendo una libera donazione da sostenitore online. Più saranno le donazioni verso l’Occidentale, più reportage e commenti potremo pubblicare.

Colpi di mortaio contro Israele. Violato il cessate-il-fuoco

24 Giugno 2008

Sarebbe dovuto durare sei mesi il cessate-il-fuoco tra lo Stato ebraico e Hamas ottenuto anche grazie alla mediazione dell’Egitto. Ma i colpi di mortaio che questa notte hanno colpito la località di Nahal Oz ha violato la tregua ma per fortuna senza vittime nè danni materiali.

Secondo una portavoce dell’Esercito israeliano "Israele non ha risposto al fuoco, e non ha violato la tregua" che impone la fine delle ostilità non solo all’interno della Striscia, ma anche tutto intorno ai confini.

Potrebbe trattarsi di una rappresaglia palestinese per l’uccisione di due palestinesi a Nablus, compiuta all’alba da truppe israeliane che hanno efefttuato un’incursione nella città autonoma insieme a unità dello Shin Bet, il controspionaggio.