Home News Combattiamo l’omofobia nella Scuola ma non sia paravento per teorie del gender

Seguendo la stampa

Combattiamo l’omofobia nella Scuola ma non sia paravento per teorie del gender

Dalle colonne dell’Huffington, il leader di Sel, Nichi Vendola, scrive di aver aderito all'ultima campagna LGBT “contro l'omofobia nelle scuole” e si rivolge al premier chiedendo le dimissioni del Sottosegretario alla pubblica istruzione Gabriele Toccafondi, colpevole, a suo dire, di aver “interdetto un programma ministeriale sull'educazione alla diversità, bloccando la distribuzione nelle scuole del relativo materiale didattico”.

La risposta di Toccafondi arriva a stretto giro: “Nella narrazione di Vendola manca la realtà. Come Miur stiamo svolgendo iniziative contro ogni tipo di discriminazione, compresa l’omofobia” spiega il sottosegretario. “Ma nascondersi dietro il paravento della sacrosanta lotta all’omofobia, per portare nelle scuole la teoria del gender, cercando di indottrinare gli alunni con idee tutte da dimostrare, ovvero che non siamo maschi o femmine, ma che il nostro sesso biologico lo decidiamo noi, mi sembra molto discutibile, e sicuramente non c’entra nulla con la lotta alle discriminazioni”.

Una posizione che non lascia dubbi sulla volontà del sottosegretario di tutelare i bambini e le famiglie in un momento storico dove la battaglia educativa è centrale nella formazione delle prossime generazioni. Una responsabilità, quella educativa, che per il sottosegretario Toccafondi va e deve essere condivisa con le famiglie.

"Il materiale didattico che viene proposto nelle classi deve essere prima conosciuto e approvato dai genitori, perché è ai genitori che spetta l’educazione dei ragazzi. E a dirlo non sono io, ma l’articolo 30 della Costituzione Italiana”, sottolinea Toccafondi, concludendo: “Apprendo comunque da Vendola che ha chiesto le mie dimissioni: forse perché difendo la costituzione e non faccio battaglie ideologiche sulla pelle degli alunni e delle loro famiglie”.

  •  
  •  

Aggiungi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here