Home News Compagno Speranza, le feste sugli autobus a chi le segnaliamo?

L'uovo di giornata

Compagno Speranza, le feste sugli autobus a chi le segnaliamo?

1
648

E’ da questi particolari che si giudica un giocatore. Anche se fin qui, nella partita Covid contro tutti, è stato uno dei più sobri e comunicativamente composti della squadra di governo, Roberto Speranza rischia di restare immortalato nella patria memoria dal candore con il quale ha rivolto sostanzialmente un appello alla delazione.

La vicenda è ormai nota: richiesto in una trasmissione tv di spiegare come controllare il rispetto della controversa norma in via di emanazione per il divieto di feste private in casa propria, il ministro della Salute ha risposto come se fosse la cosa più naturale del mondo: “Confidiamo che ci perverranno segnalazioni”. Ergo, da stasera gli italiani per impiegare il tempo avranno un’alternativa al guardare le interviste dei virologi nei talk show: orecchiare i rumori sospetti dagli appartamenti dei vicini di casa e fare la spia.

“Le vite degli altri” al tempo della pandemia, insomma. Roba da far impallidire persino il numero verde per le delazioni a suo tempo istituito da Virginia Raggi. Difficile però prendersela con Speranza. In fondo il marxismo-leninismo non è come il Covid, non ci si negativizza mai. Se ce l’hai nel sangue ti resta dentro e al momento opportuno salta fuori.

Inutile dire che a noi questa roba fa orrore. Perché sa di Ddr. Perché alimenta la rancorosità in un tessuto sociale che il virus e la crisi economica hanno già reso niente affatto migliore. Perché, soprattutto, gli italiani hanno ampiamente dimostrato in questi mesi di non meritare tanta sfiducia.

Vedremo cosa deciderà il governo al momento di licenziare il nuovo dpcm. Intanto però ci portiamo avanti e al ministro della Salute rivolgiamo un quesito: Roberti’, le feste sugli autobus dell’Atac a chi le segnaliamo?

  •  
  •  

1 COMMENT

  1. Non ai Vigili del Fuoco che hanno già il loro daffare con quelli che bruciano !!!
    Ma i Compagni d’Arma Politica di Speranza potrebbero tirare fuori dal Cappello a Cilindro anche un ingegnerizzabile Prototipo di Elettronico Apparato di Raccolta Elemosine, collegabile Real Time ad apposito Totalizzatore dell’Agenzia delle Entrate, per il “Tracciamento Digitale” dei Tributi da versare a Cesare, Parrocchia per Parrocchia !!!

    Quest’ultimo nella Protestante DDR non fu’ mai visto !!!

    Jaba Daba Lux,
    Jaba Daba Lex,
    Jaba Daba Dux !?!

Aggiungi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here