Home News Corea del Nord. Pyongyang invita negoziatore Usa per colloqui sul nucleare

Corea del Nord. Pyongyang invita negoziatore Usa per colloqui sul nucleare

0
22

Ancora segnali concilianti dalla Corea del Nord. Il "regno eremita" ha invitato a Pyongyang l'inviato americano per i colloqui sul nucleare, Stephen Bosworth, mentre ha raggiunto un accordo con la Corea del Sud per riprendere le trattative sulla riunificazione delle famiglie divise dalla guerra del '50-'53. Ne danno notizia i media di Seul, sottolineando la nuova atmosfera di distensione creatasi tra le due Coree, iniziata nei giorni scorsi con la decisione di Pyongyang di inviare una delegazione governativa per partecipare ai funerali dell'ex presidente Kim Dae-jung, premio Nobel per la pace proprio per i suoi sforzi di riconciliazione tra il Nord e il Sud.

I colloqui organizzati dalla Croce Rossa sulla riunificazione delle famiglie - sospesi quasi un anno e mezzo fa, dopo l'elezione a presidente sudcoreano di Lee Myung-bak, che decise di mettere fine alla politica di aiuti incondizionati al Nordcorea - dovrebbero riprendere domani e il programma di incontri già a partire da ottobre.

Quanto all'invito a Bosworth, secondo il quotidiano JoongAng Ilbo scrive che l'inviato americano guiderà una delegazione diretta in Corea del Sud, Cina e Giappone per discutere la ripresa dei colloqui a sei, prima di recarsi nel "regno eremita" per i primi contatti diretti sul nucleare tra la Corea del Nord e l'amministrazione Obama. Secondo l'agenzia di stampa Yonhap, Pyongyang ha invitato l'inviato americano in occasione delle visita compiuta a Pyongyang dall'ex presidente degli Stati Uniti Bill Clinton ai primi di agosto.

Intanto, la Corea del Sud ha annunciato di aver effettuato con successo il lancio del suo primo razzo spaziale, diventando il decimo Paese al mondo ad aver mandato in orbita un vettore e un satellite sviluppati in proprio.

Il razzo, battezzato Korea Space Launch Vehicle-1 (Kslv-1), è decollato intorno alle 17:00 locali (le 10:00 in Italia) dal centro spaziale di Naro, 485 km a sud della capitale sudcoreana. Secondo i responsabili dell'istituto di ricerca aerospaziale sudcoreano, il lancio si è svolto secondo le previsioni, e il satellite sperimentale si è separato con successo dal razzo dopo 540 secondi a circa duemila chilometri di altitudine.

Il primo contatto con il satellite, si apprende, è atteso tra 11-13 ore. Il Kslv-1, costato al governo di Seul oltre 400 milioni di dollari, è un razzo a due stadi da 140 tonnellate e un'altezza di 33 metri, sviluppato in collaborazione con il centro scientifico spaziale russo di Khrunichev. Il lancio era stato originariamente fissato per mercoledì scorso, ma problemi tecnici sorti all'ultimo minuto avevano costretto gli scienziati sudcoreani a rimandare l'evento.

Nei piani del governo di Seul è previsto il lancio di un secondo razzo ad aprile 2010, per poi procedere alla messa in orbita di una sonda spaziale in grado di raggiungere la Luna entro il 2025.

  •  
  •  

Aggiungi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here