Crisi. Ciampi: “L’Europa soffre di una zoppia grave e preoccupante”

LOCCIDENTALE_800x1600
LOCCIDENTALE_800x1600
Dona oggi

Fai una donazione!

Gli articoli dell’Occidentale sono liberi perché vogliamo che li leggano tante persone. Ma scriverli, verificarli e pubblicarli ha un costo. Se hai a cuore un’informazione approfondita e accurata puoi darci una mano facendo una libera donazione da sostenitore online. Più saranno le donazioni verso l’Occidentale, più reportage e commenti potremo pubblicare.

Crisi. Ciampi: “L’Europa soffre di una zoppia grave e preoccupante”

21 Gennaio 2010

"L’Europa soffre di una zoppia grave e preoccupante" che deve "riuscire a curare" con "medici in grado di intervenire unitariamente". In un intervento sul Messaggero, il presidente emerito della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi usa la metafora per affermare che la moneta unica, "gamba che gode di piena salute", non basta da sola per superare la crisi.

Occorre invece un "coordinamento della politica economica e dello sviluppo" che invece è gamba "malferma, incerta" che rende zoppa l’Europa. Ciampi sottolinea che per l’Italia "il conto" della crisi si preannuncia "pesante" in termini di "disuguaglianza sociale e nuove emergenze occupazionali" e, in "misura analoga se non superiore, anche negli altri Paesi guida del Vecchio Continente".

L’ex governatore dalla Banca d’Italia invita a "superare miopie e frazionismi fuori dal tempo" e ad "evitare che all’unicità della guida monetaria si contrapponga una molteplicità delle sedi nazionali, in cui vengano definite le politiche dello sviluppo".