Crisi. Obama: “Siamo all’inizio della fine della recessione”

Dona oggi

Fai una donazione!

Gli articoli dell’Occidentale sono liberi perché vogliamo che li leggano tante persone. Ma scriverli, verificarli e pubblicarli ha un costo. Se hai a cuore un’informazione approfondita e accurata puoi darci una mano facendo una libera donazione da sostenitore online. Più saranno le donazioni verso l’Occidentale, più reportage e commenti potremo pubblicare.

Crisi. Obama: “Siamo all’inizio della fine della recessione”

29 Luglio 2009

Gli Stati Uniti stanno forse assistendo "all’inizio della fine della recessione" ma i "tempi difficili per l’economia americana non sono finiti". Lo ha detto il presidente statunitense, Barack Obama, spiegando come il salvataggio delle banche è stato necessario per sbloccare la stretta del credito.

Obama ha aggiunto che le sue politiche hanno evitato che la recessione si trasformasse in una depressione. "Il mercato sale e il sistema finanziario non è più sull’orlo del collasso. Stiamo perdendo posti di lavoro a circa la metà del ritmo di quando sono arrivato alla presidenza sei mesi fa", ha continuato. Il presidente degli Usa ha anche difeso i piano di salvataggio per General Motors e Chrysler, sottolineando che il loro fallimento avrebbe provocato scossoni all’economia. "Abbiamo salvato centinaia di migliaia di posti di lavoro e ci aspettiamo di avere i nostri soldi indietro", ha concluso Obama.