Home News Cuba. Castro: “Osama Bin Laden è nel libro paga della Cia”

Cuba. Castro: “Osama Bin Laden è nel libro paga della Cia”

0
7

"Osama Bin Laden è nel libro paga della Cia e l'ex presidente Usa George W. Bush evocava il leader di al-Qaeda ogni volta che aveva bisogno di suscitare un'ondata di paura". È quanto ha affermato l'84enne Fidel Castro, citando il sito Wikileaks, durante un incontro all'Avana con lo scrittore russo di origini lituane Daniel Estulin conosciuto per le sue  teorie cospirazioniste sulla dominazione del mondo.

"A Bush non è mai mancato il sostegno di Bin Laden" ha detto Fidel Castro, citato dal quotidiano Granma. Nel corso della loro conversazione,invece, Estulin ha detto a Castro che la vera voce di Bin Laden era quella di fine 2001, non molto dopo gli attacchi dell'11 settembre. Dopo quella data, ha aggiunto lo scrittore, chi si spacciava per il leader di al Qaeda era un "cattivo attore".

Il Líder máximo ritiene che i documenti pubblicati su Wikileaks.org diano sostegno al suo ragionamento: "Essi possono dimostrare che era un agente della CIA" ha detto senza entrare nei particolari per spiegare a cosa realmente si riferisse.

Le dichiarazioni che hanno trovato spazio nel quotidiano del Partito comunista  venerdì scorso, sono stati in realtà solo le ultime di una serie di esternazioni  provocatorie del rivoluzionario cubano , che dopo tanto tempo emerge dal suo  isolamento per avvertire che il pianeta è sull’orlo della guerra nucleare. Castro si era sbilanciato a tal punto da affermare che  il conflitto globale avrebbe determinato la cancellazione delle fasi finali della Coppa del mondo il mese scorso in Sud Africa. Poi ha chiesto scusa per aver sbagliato.

La scorsa settimana, però, evidentemente non sazio, ha ricominciato dando risalto al lavoro di Estulin, che ha scritto una trilogia di libri sul Club Binderberg, un'associazione che controllerebbe la cultura, la politica e l’economia mondiale in segreto: ma Castro non è d’accordo in un caso con  le teorie di Estulin che affermano che la razza umana deve trasferirsi in un altro pianeta abitabile, altrimenti si estinguerà. Castro ha detto che sarebbe stato meglio sistemare prima le cose sulla Terra e poi abbandonare il pianeta. "L'umanità deve prendersi cura di se stessa se vuole vivere ancora migliaia di anni", la lapidaria conclusione.

  •  
  •  

Aggiungi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here