Cuba: riunione partito comunista per la prima volta dal ’97

LOCCIDENTALE_800x1600
LOCCIDENTALE_800x1600
Dona oggi

Fai una donazione!

Gli articoli dell’Occidentale sono liberi perché vogliamo che li leggano tante persone. Ma scriverli, verificarli e pubblicarli ha un costo. Se hai a cuore un’informazione approfondita e accurata puoi darci una mano facendo una libera donazione da sostenitore online. Più saranno le donazioni verso l’Occidentale, più reportage e commenti potremo pubblicare.

Cuba: riunione partito comunista per la prima volta dal ’97

29 Aprile 2008

Era dal 1997 che a Cuba non si convocava
una riunione del partito comunista.

Lo ha fatto ieri sera il
presidente Raul Castro. Il sesto congresso del partito comunista
cubano si terrà nel secondo semestre del 2009 e dovrà fissare gli
orientamenti della rivoluzione a Cuba.

Raul Castro, che ha definitamente sostituito suo fratello Fidel
in febbraio, ha dato l’annuncio ieri sera durante una riunione
plenaria del comitato centrale trasmessa per televisione.
Nell’occasione, Castro ha dichiarato di aver commutato le pene di
diversi detenuti condannati a morte, precisando tuttavia che la
pena capitale resta in vigore a Cuba.

Il Congresso “sarà una magnifica occasione per meditare
collettivamente sull’esperienza di questi anni di rivoluzione al
potere, e un momento importante per elaborare l’avvenire della
politica del partito nelle differenti sfere della nostra società”
ha detto Raul Castro.

Il presidente cubano ha anche riferito la decisione di
commutare, in segno di buona volontà, la pena di un gruppo di
condannati a morte. Ciò non significa l’abolizione della pena
capitale in vigore nel codice penale cubano, ha sottolineato. Il
numero delle persone interessate a questa misura non è stato
precisato, ma si tratta in maggioranza di condannati per reati
comuni.