Denunciato titolare di negozio di Bari: trasportava 1.702 specie nell’auto

Dona oggi

Fai una donazione!

Gli articoli dell’Occidentale sono liberi perché vogliamo che li leggano tante persone. Ma scriverli, verificarli e pubblicarli ha un costo. Se hai a cuore un’informazione approfondita e accurata puoi darci una mano facendo una libera donazione da sostenitore online. Più saranno le donazioni verso l’Occidentale, più reportage e commenti potremo pubblicare.

Denunciato titolare di negozio di Bari: trasportava 1.702 specie nell’auto

23 Settembre 2009

La Guardia di Finanza ha sequestrato 1.702 animali esotici tra camaleonti, tartarughe marine e scoiattoli giapponesi. Gli animali, stipati in gabbie all’inverosimile in una Fiat Multipla, sono stati scoperti quando l’auto è stata bloccata mentre era in transito lungo l’autostrada A16, all’altezza del comune di Montemiletto (Avellino).

L’uomo che era alla guida dell’automobile, originario di Brindisi, è titolare di un negozio di animali esotici a Bari. E’ stato denunciato per maltrattamento di animali e violazione della legge 150/1992. Secondo quanto riferito dall’uomo (che ha ammesso che le modalità di trasporto non erano quelle previste dalla normativa) alla Guardia di Finanza, gli animali erano stati acquistati nel Napoletano ed erano diretti all’esercizio commerciale pugliese. Al dettaglio, la vendita di animali avrebbe comportato un guadagno di circa 20mila euro.

I finanzieri erano impegnati in un servizio anticontrabbando e hanno notato dentro la Multipla, che stava effettuando un sorpasso, reti di ferro, gabbie e scatole di cartone. Quando il 49enne si è fermato e ha aperto la portiera dall’auto è uscito un odore nauseabondo e i militari hanno visto gli animali malamente stipati in gabbie e scatole. A bordo c’erano 160 pappagallini ondulati, 20 pappagallini della specie rosella comune, 20 pappagalli calopsitte, 10 pappagallini inseparabili, 4 pappagallini della specie rosella comune-lutino, 2 pappagalli esotici della specie rosella pennat, 300 topini bianchi, 150 criceti, 30 scoiattoli giapponesi, 6 camaleonti, mille tartarughe acquatiche. Per la maggior parte sono specie tutelate dalla Convenzione di Washington, per le quali occorrono particolari licenze e autorizzazioni sia per la vendita che per il trasporto.