Dodici arresti e 90mila paia di scarpe sequestrate dai Carabinieri

LOCCIDENTALE_800x1600
LOCCIDENTALE_800x1600
Dona oggi

Fai una donazione!

Gli articoli dell’Occidentale sono liberi perché vogliamo che li leggano tante persone. Ma scriverli, verificarli e pubblicarli ha un costo. Se hai a cuore un’informazione approfondita e accurata puoi darci una mano facendo una libera donazione da sostenitore online. Più saranno le donazioni verso l’Occidentale, più reportage e commenti potremo pubblicare.

Dodici arresti e 90mila paia di scarpe sequestrate dai Carabinieri

29 Maggio 2009

I carabinieri stanno eseguendo, in Italia e nella Repubblica Ceca, un’ordinanza di custodia cautelare emessa su richiesta della procura distrettuale antimafia di Roma, nei confronti di 12 indagati per associazione per delinquere finalizzata all’introduzione in Europa di ingentissimi quantitativi di merce contraffatta.

Al centro delle indagini del Ros un sodalizio transnazionale composto da cellule attive in Italia, Repubblica Ceca e Vietnam, dedito all’importazione, attraverso il porto di Gioia Tauro, di prodotti di abbigliamento con marchi falsificati provenienti dall’estremo oriente, per la successiva commercializzazione nei paesi dell’Unione Europea. Documentati i rapporti collusivi con un funzionario doganale, colpito dalla misura restrittiva, che consentiva al sodalizio di eludere i controlli portuali. Sequestrata una società di spedizioni riconducibile agli indagati, alcuni dei quali in contatto con le locali cosche della ‘ndrangheta.

Nel corso delle indagini sono state sequestrate 90.000 paia di false scarpe "Nike", del valore di oltre 10 milioni di euro. I particolari dell’operazione saranno resi noti nel corso di una conferenza stampa che sarà tenuta, alle ore 11 presso la sede del comando provinciale carabinieri di Roma.