Home News Dpef, Capezzone: un guaio ascoltare la sinistra radicale

Dpef, Capezzone: un guaio ascoltare la sinistra radicale

0
60

"Se passasse la loro linea, si certificherebbe una situazione fallimentare, con una ulteriormente confermata, a quel punto, capacità di veto e di blocco della sinistra massimalista, comunista e conservatrice". Lo dichiara Daniele Capezzone, presidente della commissione Attività produttive della Camera, in merito al Dpef.

"I ministri Pecoraro, Ferrero, Mussi e Bianchi si muovono, di fatto - aggiunge - contro gli interessi delle nuove generazioni. Le loro parole sono, alla lettera, 'contro i figli', loro e nostri: contro coloro che non possono né scioperare né protestare (e che non avranno alcuna pensione, se passa la linea immobilista dei comunisti e del sindacato!)".

  •  
  •  

Aggiungi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here