Dramma nel Milanese. Uccide la moglie e si suicida di fronte ai figli

LOCCIDENTALE_800x1600
LOCCIDENTALE_800x1600
Dona oggi

Fai una donazione!

Gli articoli dell’Occidentale sono liberi perché vogliamo che li leggano tante persone. Ma scriverli, verificarli e pubblicarli ha un costo. Se hai a cuore un’informazione approfondita e accurata puoi darci una mano facendo una libera donazione da sostenitore online. Più saranno le donazioni verso l’Occidentale, più reportage e commenti potremo pubblicare.

Dramma nel Milanese. Uccide la moglie e si suicida di fronte ai figli

29 Luglio 2009

Omicidio-suicidio in via Rossini a Rho, comune alle porte di Milano. Erano le 8 quando i militari hanno scoperto i corpi senza vita di una coppia di coniugi, di 30 anni circa.

Dai primi accertamenti, l’ipotesi più probabile è che l’uomo abbia ucciso la donna a colpi di arma da fuoco, poi abbia rivolto l’arma contro di sé. Il tutto è avvenuto, a quanto sembra, sotto gli occhi dei due bambini della coppia. Per la donna 33enne, figlia di un carrozziere, e il marito che lavorava con il padre in un’agenzia di pratiche assicurative, sono stati inutili i soccorsi del 118: sono morti sul colpo.

A quanto sembra i due, pur vivendo ancora insieme, ormai erano separati di fatto. L’uomo evidentemente non sopportava questa situazione, che lo ha portato alla follia.

Secondo una prima ricostruzione, la coppia, in cui erano frequenti i litigi, avrebbe iniziato a discutere animatamente all’interno dell’abitazione. L’uomo avrebbe quindi impugnato la pistola e, quando lei ha tentato la fuga, ha sparato almeno un paio di colpi contro la moglie.

I proiettili l’hanno colpita e uccisa davanti alla loro casa. L’uomo avrebbe rivolto l’arma contro, suicidandosi a pochi passi dall’abitazione in cui viveva con la donna e i loro due figli piccoli che hanno assistito al dramma.

Un vicino ha raccontato di aver sentito tre colpi di pistola. Ha anche detto che la coppia era molto riservata. La zona è stata transennata: la piccola via dove si è verificato il tragico fatto di sangue è stata chiusa al passaggio. Polizia, carabinieri e vigili urbani hanno impedito il passaggio a giornalisti e curiosi.