Home News Euro2012. Girone sfortunato per l’Italia: se la vedrà con Irlanda del Nord e Serbia

Euro2012. Girone sfortunato per l’Italia: se la vedrà con Irlanda del Nord e Serbia

0
13

Sono stati sorteggiati oggi a Varsavia i gironi di qualificazione per l'Euro2012, un cammino che comincerà a settembre e si concluderà, almeno per la fase a gironi, a ottobre 2011. L'estrazione è stata poco fortunata per l'Italia di Lippi: gli azzurri sono stati inseriti nel girone C di qualificazione con Serbia, Irlanda del Nord, Slovenia, Estonia e Isole Far Oer. Male anche per Russia, Inghilterra e Portogallo che, come teste di serie, non hanno avuto certo un'urna benevola.

Le nove vincitrici dei raggruppamenti staccheranno direttamente il biglietto per Polonia e Ucraina assieme alla miglior seconda (verranno presi in considerazione i risultati contro le prime, terze, quarte e quinte del proprio girone) mentre le altre 8 seconde disputeranno gli spareggi di novembre 2011 per l'ultimo Europeo a 16 squadre prima dell'espansione a 24.

Gli Azzurri sono stati sfortunati perché la Serbia è un cliente molto scomodo (si è qualificata ai Mondiali 2010 costringendo la Francia ai play-off), l'Irlanda del Nord sa essere una squadra difficile da affrontare, soprattutto a Belfast, mentre la Slovenia è stata capace di arrivare in Sudafrica togliendo di mezzo, a sorpresa, la più quotata Russia. Estonia e Far Oer (che, nonostante sembrino squadre poco temibili, ci fecero soffrire più del previsto per le qualificazioni a Euro2008) non sono certo uno spauracchio e alla fine poteva andarci peggio.

A voler individuare un girone di ferro, il gruppo B si presta bene alla definizione. La Russia, in attesa di sapere se ci sarà ancora Hiddink a guidarla, dovrà vedersela con la Slovacchia di Hamsik, prossima avversaria dell'Italia ai Mondiali, l'Irlanda di Trapattoni e la Macedonia di Pandev, oltre che con Armenia (inizialmente sorteggiata nel girone A ma c'era già l'Azerbaijan) e Andorra.

L'Inghilterra di Fabio Capello è stata invece inserita in uno dei 3 gironi da cinque e, se è vero che la Bulgaria non è più quella di una volta, la Svizzera potrebbe causare qualche problema, il derby col Galles nasconde delle insidie e il Montenegro può essere una mina vagante. Già avversarie nella corsa al Mondiale, Portogallo e Danimarca si ritrovano nel gruppo H, in compagnia di Norvegia, Cipro e Islanda, mentre per difendere il titolo conquistato due anni fa la Spagna avrà davanti un cammino non impossibile. La Repubblica Ceca è lontana dagli antichi fasti, idem per la Scozia, Lituania e Liechtenstein non rappresentano certo delle minacce per le Furie Rosse di Del Bosque, a cui è andata meglio della Francia di Domenech (ma ci sarà lui o Blanc quando cominceranno le qualicazioni?) che ripesca la Romania e se la vedrà anche con Bosnia, il cui sogno sudafricano si è interrotto solo ai play-off col Portogallo, Bielorussia e Albania, oltre che alla cenerentola Lussemburgo.

Nel girone A la corsa al primo posto sarà quasi un "derby" tra Germania e Turchia, con Austria e il nuovo Belgio di Advocaat che proveranno a inserirsi, almeno per la seconda piazza, mentre i giochi saranno aperti più che mai nel gruppo F dove Croazia e Grecia si candidano per la qualificazione diretta ma guai a sottovalutare Israele, in grande crescita. Sorteggio favorevole, infine, per l'Olanda. La Svezia, in attesa di sciogliere il nodo Ibrahimovic, non sembra all'altezza degli Orange, idem Finlandia e Ungheria, mentre Moldova e San Marino si divideranno il ruolo di "sparring partner".

  •  
  •  

Aggiungi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here