Home News Fermate Prodi voglio scendere!

Fermate Prodi voglio scendere!

7
43

Di seguito alcuni fatti accaduti nella settimana che si sta per concludere. Li proponiamo al paziente lettore per una sua libera valutazione e interpretazione. Il comandante della Guardia di Finanza, giudicato in Parlamento dal ministro dell’Economia, inqualificabile, infedele ed a capo di una struttura separata dallo Stato, viene promosso dal Governo, al quale il suddetto Ministro appartiene, alla Corte dei Conti

Al Vice Ministro dell’Economia che ha preteso di spostare ad altri incarichi, alti ufficiali della Guardia di Finanza che indagavano sugli appetiti bancari del suo partito, viene sospesa temporaneamente la delega sul Corpo delle Fiamme Gialle, perché si dice pur essendo un galantuomo ha però un carattero un po’ burbero e quindi qualche settimana di squalifica servirà a calmarlo.

Si apprende che il direttore della più grande agenzia di stampa italiana è stato sollevato dall’incarico, perché ha dato una notizia non gradita al Governo e la cosa, non solo non genera alcuna indignazione girotondina, ma sembra addirittura normale tanto quanto la chiusura di un canale telvisivo a Caracas.

Si apprende che esistono due tipi di intercettazioni, quelle ad alto valore civico e democratico, che riguardano i furbetti del quartierino e l’ex governatore della Banca d’Italia, e quelle indecenti e infamanti che riguardano esponenti del maggior partito dell’attuale maggioranza.

Si apprende che la stampa è grande e libera quando si occupa di dossier scottanti di esponenti del centro destra, mentre la stampa diventa spazzatura quando i dossier riguardano personaggi del centro sinistra. Naturalmente dietro quest’ultimi dossier ci sono i servizi deviati, la nuova P2, in attesa della prossima puntata dell’inchiesta di Repubblica, che ci parlerà certamente di probabili incursioni dello stato imperialista delle multinazionali, la CIA….

C’è poi chi, per andare a Roma a sfasciare vetrine e bruciare auto, pretende di  viaggiare gratis in treno per poi marciare uniti all’ombra del Colosseo con  rappresentanti della maggioranza contro il Presidente degli Stati Uniti.

Nel frattempo il Ministro Bianchi promuove la firma di un accordo tra gli assistenti di volo e l’Alitalia per un ritocco ai loro stipendi – già i più alti al mondo – e l’assunzione di 250 operatori nello scalo di Malpensa. Per chi non lo ricordasse Alitalia è nel mezzo di una procedura di vendita e perde 2 milioni di euro al giorno.

Fortunatamente a riportare un soffio di levità e sobrietà nel panorama politico italiano ci pensa il Sindaco Veltroni. Le cronache infatti informano che l’uomo che probabilmente sarà candidato alla guida del Paese alla prossima tornata elettorale nazionale (se mai ci sarà), sta profondendo ogni sforzo diplomatico ed ogni energia, per portare a Roma Peter Gabriel, in occasione del prossimo concerto dei Genesis al Circo Massimo.

Che qualcuno ci salvi.

(Milton)

  •  
  •  

7 COMMENTS

  1. caro milton, sai se per caso
    caro milton, sai se per caso sull’air force one avanza un posticino per un imbarco dell’ultimo minuto?

  2. La settimana si commenta da
    La settimana si commenta da sola, grazie del riassunto, un paio di genialate nel mucchio me le ero perse..

  3. D’Alema in Libano rimbeccato da Jumblatt
    Caro Milton non vuol essere un’accusa anzi il contrario. Tra le tante sfugge sempre qualcosa. L’ultima di D’Alema non la conosci? Nella sua recente visita a Beirut proveniente da Damasco si è fatto latore di proposte di scambi tra la Siria ed il Libano. Ha ricevuto una dura reprimenda da Jumblatt, vecchio leader Druso, che gli ha detto che il Libano non ha niente da scambiare con la Siria. Il nostro “stratega” di tutto si è dovuto rifugiare in un presunto errore di traduzione. Della serie le brutte figure continuano.

  4. Eraclito e gli ignoranti
    Eraclito, tanto caro al ministro Padoa-Schioppa: diceva “la Guerra genera ogni cosa”. Spiegatelo ai pacifondai di lotta e di governo…

  5. Ho prenotato “last minut” un
    Ho prenotato “last minut” un posto a sedere sulla transiberiana…fino alle miniere.Bisogna veramente essere…prodi per andarci. E noi ce lo abbiamo….Buon viaggio

  6. Un’altro insignificante giornale online
    Ma una visione un po’ più ampia e a-partitica sarebbe chiedere troppo? Sembra di leggere Libero…sempre a rinfacciarsi le cose ed a bisticciare per i propri piccoli e insignificanti orticelli…destra e sinitrsa non fa differenza, abbiamo bisogno di altro…

Aggiungi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here