Fiat. Nello stabilimento di Melfi assemblea e sciopero dei lavoratori

Dona oggi

Fai una donazione!

Gli articoli dell’Occidentale sono liberi perché vogliamo che li leggano tante persone. Ma scriverli, verificarli e pubblicarli ha un costo. Se hai a cuore un’informazione approfondita e accurata puoi darci una mano facendo una libera donazione da sostenitore online. Più saranno le donazioni verso l’Occidentale, più reportage e commenti potremo pubblicare.

Fiat. Nello stabilimento di Melfi assemblea e sciopero dei lavoratori

02 Luglio 2009

Davanti al cancello "B" dello stabilimento di Melfi (Potenza) della Fiat si è da poco conclusa un’assemblea organizzata dalla Fiom-Cgil per discutere "sul pagamento, a luglio, del premio di produzione e sul futuro delle condizioni di lavoro": lo ha riferito il segretario della Basilicata della Fiom, Giuseppe Cillis.

L’incontro è stato preceduto da uno sciopero proclamato nel corso del secondo turno di lavoro, dalle ore 17.30 alle ore 20, a cui hanno partecipato, secondo l’azienda, 264 lavoratori. Secondo la Fiom l’adesione è stata superiore, con circa mille lavoratori che hanno preso parte all’assemblea. La produzione della Grande Punto non si è fermata, ma la protesta ha ridotto l’attività. "Stiamo sostenendo – ha detto Cillis – le azioni di mobilitazione poichè la Fiat non intende rispettare gli accordi del 2006 sul premio di produzione e su altre questioni. Questo ci fa temere conseguenze più pesanti per il futuro – ha concluso – come l’aggravarsi delle condizioni o degli orari di lavoro".