Home News Francia. Elezioni regionali, sondaggi: astensione record al 52%

Francia. Elezioni regionali, sondaggi: astensione record al 52%

0
51

Le elezioni regionali in Francia si concludono, come previsto, con un'astensione record. Secondo le stime, pubblicate dal sito di Le Figaro, degli istituti demoscopici OpinionWay e TNS-Sofres l'astensione registrata è del 52%, la più alta mai registrata in Francia.

Alle 17:00 la percentuale dei votanti è del 39,29%, cioè 10 punti al di sotto del primo turno delle regionali del 2004 alla stessa ora (49,66%). Lo ha annunciato il ministero degli Interni.


Alcuni seggi in Francia si sono già chiusi nei piccoli centri, mentre nelle città rimarranno aperti fino alle 8 di sera.

La partecipazione è apparsa quindi in ribasso in tutti i dipartimenti, con rare eccezioni. Particolarmente accentuata quella nelle Bouches-du-Rhone, la regione di Marsiglia (meno 5 per cento) e nell'Ile-de-France, la regione della capitale. Il presidente Nicolas Sarkozy, che potrebbe essere penalizzato, stando ai sondaggi, da un pesante voto-sanzione di metà mandato, ha votato insieme alla moglie, Carla Bruni, poco prima delle 13 nell'elegante XVI arrondissement di Parigi, dove la coppia risiede.

Il primo ministro, Francois Fillon, ha votato a Solesmes, nella regione della Loira, il paese di cui è consigliere municipale dal 2001. Martine Aubry, la leader socialista data dai sondaggi in grande ripresa, ha votato a metà giornata a Lilla, nel nord, la sua città, senza fare commenti. Il centrista Francois Bayrou si è detto "fiducioso nel giudizio degli elettori". Alle urne anche Marine Le Pen, figlia del leader dell'estrema destra del Fronte nazionale, Jean-Marie Le Pen, che dal Nord Pas de Calais, sulla Manica, ha invitato gli elettori "delusi da Nicolas Sarkozy a esprimere il loro malcontento" e a non astenersi.

 

  •  
  •  

Aggiungi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here