Frattini al FT: C’è chi usa Berlusconi per indebolire l’immagine dell’Italia

Dona oggi

Fai una donazione!

Gli articoli dell’Occidentale sono liberi perché vogliamo che li leggano tante persone. Ma scriverli, verificarli e pubblicarli ha un costo. Se hai a cuore un’informazione approfondita e accurata puoi darci una mano facendo una libera donazione da sostenitore online. Più saranno le donazioni verso l’Occidentale, più reportage e commenti potremo pubblicare.

Frattini al FT: C’è chi usa Berlusconi per indebolire l’immagine dell’Italia

15 Settembre 2009

Le vicende private di Silvio Berlusconi non hanno avuto un impatto diretto sulla politica estera italiana ma i Paesi rivali sulla scena internazionale cercano di sfruttare i problemi del premier per i loro fini personali, ovvero per indebolire l’immagine dell’Italia. È quanto dice il ministro degli Esteri Franco Frattini in un’intervista al quotidiano britannico Financial Times.

«I tentativi di moltiplicare gli effetti all’estero – afferma Frattini – dimostrano come vi sia una rete di persone che utilizza gli attacchi a Berlusconi per minare l’immagine del nostro Paese».

Frattini, però, non fa nomi: «Come ministro degli Esteri non posso dire di chi si tratta», spiega, aggiungendo che la «competizione» si gioca sul Mediterraneo, in Russia e nei mercati petroliferi.

Ancora, secondo il titolare della Farnesina «chi tenta di minare l’immagine dell’Italia gioca in modo scorretto. Quando l’Italia gioca ruoli importanti nella cooperazione internazionale, per esempio in Afghanistan o in Russia, se io guadagno terreno qualcun altro lo perde».