Home News G8: Di Pietro, la sinistra voleva una giustizia a metà

G8: Di Pietro, la sinistra voleva una giustizia a metà

1
20

"Abbiamo chiesto una commmissione che indaghi a 360 gradi sulle anomalie comesse da chi ha provocato la rivolta e anche sugli abusi che sono stati fatti dalle forze dell'ordine. Una commissione così la votiamo domani mattina. Una che indaga solo su una parte è una giustizia a metà". Ad affermarlo il ministro delle Infrastrutture Antonio Di Pietro.

A margine di un incontro con i familiari di vittime della strada, Di Pietro spiega la scelta dell'Italia dei Valori di votare no all'istituzione di una commissione d'inchiesta sui fatti di Genova durante il G8 del 2001. Una scelta che ha contribuito alla bocciatura della proposta, e che è stata accusata duramente da alcuni esponenti della sinistra radicale.

"Mi dispiace - commenta Di Pietro - che come al solito tutto viene comunicato in termini di contrapposizione. C'è una parte politica, la sinistra-sinistra della coalizione, che chiede di accertare le sole responsabiità della polizia. Ma a Genova è  sucesso che i no global, durante un evento seguito in tutto il mondo, hanno sfasciato mezza città e aggredito le forze dell'ordine, e che nella reazione delle forze dell'ordine è morto un manifestante che stava peraltro tentando con un estintore di picchiare un carabiniere. Dopo questa baraonda le forze dell'ordine hanno fatto una retata prendendo tutti, portandoli a Bolzaneto e li' 'ndo cojo cojo'. E' stata - conclude il leader dell'Idv - una cosa incivile da una parte e dall'altra"

  •  
  •  

1 COMMENT

Aggiungi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here