Home News Garlasco. Nuova perizia smonta accusa ad Alberto Stasi

Garlasco. Nuova perizia smonta accusa ad Alberto Stasi

0
30

Tutte d'accordo le parti coinvolte nel processo Stasi. Alberto Stasi dice la verità quando so­stiene che la mattina del 13 agosto 2007 ha lavorato alla sua tesi di laurea. I nuovi accer­tamenti ordinati dal giudice dell’udienza preliminare Stefa­no Vitelli hanno trovato detta­gli mai emersi nei 2 anni di indagini. Stasi, avrebbe acceso il com­puter alle 9.36, guardato fil­mini e immagini pornografi­che e poi salvato più volte file Word fra le 10.20 e le 12.20.

Rimane il dubbio su come sia stato possibile non trovare prima questi riscontri. Probabilmente i carabinieri, controllando il computer di Alberto prima di consegnarlo alla procura, hanno involontariamente altera­to i dati custoditi nella sua me­moria. E adesso i nuovi esami informatici lo confermano. Gli 8 consulenti tecnici dicono appunto che, aprendo fi­le, filmati, fotografie sul com­puter di Alberto, i carabinieri hanno cancellato senza voler­lo le tracce dei salvataggi di Word fra le 10.20 e le 12.20.

 

  •  
  •  

Aggiungi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here