Home News Gb. Dopo 350 anni le banche vogliono eliminare gli assegni

Gb. Dopo 350 anni le banche vogliono eliminare gli assegni

0
63

Gli assegni in Gran Bretagna potrebbero avere i giorni contati. Il Payments Council, formato da 11 delegati delle banche e 4 indipendenti, deciderà infatti il prossimo 16 di dicembre se mandare in pensione o meno il vecchio assegno dopo 350 anni di onorato servizio.

In caso di pollice verso, i 'cheques' potrebbero essere ritirati dal mercato a partire dal 2018. Alla base della - probabile - decisione del Payments Council c'è il fatto che, negli ultimi anni, l'uso degli assegni è drasticamente calato. Nel 1990, ad esempio, se ne staccavano 11 milioni al giorno. Oggi, invece, le cifre sono crollate intorno ai 3,8 milioni. Ma non è tutto. Gli assegni, infatti, sono cari - per le banche. Che spendono circa una sterlina a pezzo per svolgere la transazione, ovvero quattro volte un pagamento elettronico.

Detto questo, non tutti i britannici sono pronti a dire addio all'assegno. Gli anziani, ad esempio, ci sono affezionati. I commercianti li usano spesso. Persino lo Stato, attraverso il ministero del Lavoro e delle Pensioni e l'agenzia delle Entrate, si affida agli assegni per compiere milioni di pagamenti ogni anno. "Non ci sono, per adesso, alternative più sicure ed economiche agli assegni", ha messo in guardia Vera Cottrell, dell'organizzazione dei consumatori 'Which?'. "Finchè non si troverà un sostituto sarà bene non ritirarli".

"Siamo consapevoli - ha detto al Daily Mail Sandra Quinn, del Payments Council - che molti anziani, disabili e persone svantaggiate hanno bisogno di valide alternative. Se decideremo di abolire gli assegni passerà molto tempo prima che questa delibera entri in effetto".

  •  
  •  

Aggiungi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here