Home News Germania. Ministro annuncia tolleranza zero contro la pedofilia

Germania. Ministro annuncia tolleranza zero contro la pedofilia

0
22

L'ondata di scandali a sfondo pedofilo che in Germania si è abbattuta sulle scuole cattoliche (ma non solo, l'ultimo caso emerso ieri riguarda un istituto laico) ha fatto scattare la collera del ministro dell'Istruzione, Annette Schavan.

"Gli abusi commessi sugli studenti costituisce la più grave violazione immaginabile del rapporto di fiducia. Sono in collera" ha detto la ministra conservatrice nell'edizione domenicale della Bild. La Schavan, 55 anni e single, ha lanciato un programma di "tolleranza zero" verso la pedofilia, da combattere senza cedimenti: "Non ci deve essere alcuna tolleranza in caso di sospetto di abusi sessuali o di violenze verso bambini e adolescenti nelle scuole o nei collegi. Si dovrà fare luce su tutto".

Dalla fine di gennaio lo scandalo pedofilia è scoppiato con le rivelazioni sugli abusi commessi tra il 1970 ed il 1980 nel prestigioso collegio gesuita Canisius di Berlino da parte di almeno due ex insegnanti gesuiti. Nelle settimane successive la lista delle rivelazioni si è allungata grazie anche all'operazione-trasparenza lanciata da una serie di vescovi in Germania, che sono arrivati a scrivere lettere di scuse a tutti gli ex alunni per abusi commessi per decenni.

Il vescovo di Ratisbona venerdì scorso ha riconosciuto ad esempio due casi di abusi commessi su ragazzi che frequentavano il celeberrimo Coro dei piccoli cantori di Ratisbona, fondato del 975 d.c. e - in un periodo diverso da quello degli abusi - diretto anche dal fratello del papa. Ma l'ultimo caso emerso in Germania ha riguardato un istituto laico, dimostrando che il fenomeno non è ristretto alle scuole cattoliche. La scuola Odenwald (Oso) di Heppenheim, nell'ovest della Germania, prestigioso istituto non religioso e legato all'Unesco, ha ammesso ieri che suoi allievi sono stati vittime di abusi sessuali tra gli anni '70 e '80. Nota per il suo metodo pedagogico basato sul "libero sviluppo di ogni allievo", la scuola Odenwald ha riconosciuto "anni di abusi commessi da suoi educatori ai danni degli allievi".

  •  
  •  

Aggiungi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here