Inchiesta Angeli e Demoni

Giovanardi: ‘Orrore Reggio, alla base diabolica ideologia di odio verso famiglia’

0
859

“I clamorosi sviluppi dell’indagine dei carabinieri di Reggio Emilia sulla gestione dei bambini sottratti alle famiglie confermano tutte le anomalie sulla gestione dei minori che avevo ripetutamente sollevato in Parlamento e in particolare nella mia qualità di sottosegretario con delega alla famiglia in relazione alle attività dei servizi sociali di Mirandola”. Così Carlo Giovanardi. “Qualche mese fa – continua – ho depositato in Procura della Repubblica a Modena dettagliato esposto sulla vicenda dei quattro minori sottratti a suo tempo alla famiglia Covezzi e tutt’ora convinti di essere stati vittime di riti satanici malgrado l’assoluzione dei genitori”.

‘L’indagine Angeli e Demoni che sta svelando gli orrori di Reggio fa il paio con quelle accuse ai cosiddetti ‘Diavoli della Bassa modenese’. I Diavoli ci sono stati davvero nella Bassa e nel Reggiano, ma non erano affatto i genitori bensì il sistema dei servizi sociali che ha reso vittime i bambini e i genitori ai quali sono stati sottratti – continua Giovanardi -. Il coraggio di u  Pm reggiano ha portato alla luce uno scandalo che ho denunciato da anni. Quando ero sottesegretario con delega alla famiglia denunciai apertamente le anomalie della attività dei servizi sociali e dei tribunali minorenni sulle vicende della Bassa. Pablo Trincia recentemente ha poi fatto una ricostruzione minuziosa dei fatti, ma sinora in Emilia Romagna le istituzioni hanno dato copertura totale a questi fatti’.

‘Siamo davanti a una ideologia diabolica che vede coinvolti sempre gli stessi nomi di 20 anni fa e anche lesbiche militanti Lgbt tra i servizi sociali che contestano l’idea di famiglia naturale togliendo i bimbi ai genitori con le modalità e le forzature che abbiamo visto, anche per darle a coppie lesbiche – aggiunge Giovanardi -. Ecco chi sono i demoni che si sono scagliati contro famiglie lasciate sole, in un incubo, a lottare contro un muro e che quando hanno cercato aiuto si sono trovate sempre istituzioni, assessori, Ausl, parlamentari di maggioranza al fianco aprioristicamente dei servizi sociali. Un sistema cementato da una ideologia di odio verso famiglia tradizionale’.

Ricordiamo che sei mesi fa si è tenuta nella Bassa la VI^ Commissione del Consiglio dell’Unione Comuni Modenesi Area Nord proprio per discutere del caso-Veleno. Anche in quella circostanza l’ex sindaco di Mirandola Luigi Costi ha di fatto difeso il lavoro dei servizi sociali.

  •  
  •  

Aggiungi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here