Giustizia. Vietti: “Prima della riforma necessario sciogliere nodi politici”

Dona oggi

Fai una donazione!

Gli articoli dell’Occidentale sono liberi perché vogliamo che li leggano tante persone. Ma scriverli, verificarli e pubblicarli ha un costo. Se hai a cuore un’informazione approfondita e accurata puoi darci una mano facendo una libera donazione da sostenitore online. Più saranno le donazioni verso l’Occidentale, più reportage e commenti potremo pubblicare.

Giustizia. Vietti: “Prima della riforma necessario sciogliere nodi politici”

18 Ottobre 2010

È necessario sciogliere "alcuni nodi politici ancora troppo serrati perché risulti possibile varare riforme serene ed equilibrate, suscettibili di trovare quell’ampio consenso necessario a dare supporto al cammino di qualsiasi intervento normativo efficace, ma soprattutto riforme organiche e di ampio respiro, non condizionate dalle contingenze". Lo ha dichiarato il vicepresidente del Csm Michele Vietti nel corso del plenum straordinario a Palazzo dei Marescialli, dove è presente anche il ministri della Giustizia Angelino Alfano.

Vietti ha voluto sottolineare come il tema della giustizia "rimane al centro del dibattito politico, purtroppo non di rado brandito più come arma contundente che come tema su cui riflettere per trovare soluzioni ai problemi dei cittadini".