Home News Gli italiani non pagano le tasse 90 mld di euro sono “recuperabili”

Gli italiani non pagano le tasse 90 mld di euro sono “recuperabili”

0
47

Gli italiani 'scansano' il fisco: nel 2008 sono aumentati del 30% i redditi non dichiarati dai 6.414 evasori totali, ovvero quelli sconosciuti al fisco, e ora scoperti dalla Guardia di Finanza. In totale la Gdf ha scoperto redditi non dichiarati, da chi in tutto o in parte si sottrae al fisco, per 27,5 miliardi di euro. Il ministero dell'Economia e delle finanze stima, grosso modo, l'evasione fiscale a livello di 220-250 miliardi di euro. La consolazione è che almeno 80-90 miliardi di euro sarebbero recuperabili con la lotta all'evasione. E' il quadro, poco lusinghiero, degli italiani alle prese con le dichiarazioni dei redditi e tasse, che il comandante generale della Guardia di Finanza, Cosimo D'Arrigo, ha presentato a Roma, con il bilancio 2008 della Gdf.

Non solo, con la crisi, avverte la Gdf, è boom di banconote false e si moltiplicano gli usurai, mentre c'è anche chi cerca di far affari 'giocando' su tavola e salute: sono in "preoccupante aumento le frodi alimentari", e sono stati sequestrati dalle fiamme gialle durante l'anno che sta per finire 65 milioni di prodotti con marchi contraffatti o pericolosi per la sicurezza dei consumatori.

Nel 2008 le fiamme gialle hanno scoperto redditi non dichiarati per 27,5 miliardi di euro, poco più di una finanziaria degli ultimi anni, e 6.414 evasori completamente sconosciuti al fisco. I soli redditi evasi dagli oltre 6 mila evasori totali ammontano a 8,8 miliardi di euro, con un aumento rispetto allo scorso anno di circa il 30%. "Per il prossimo anno l'obiettivo non potrà essere inferiore ai 28 miliardi", ha detto D'Arrigo. In sensibile aumento è il rendimento del contrasto all'evasione e all'elusione fiscale internazionale: in questo settore sono state constatate, nel corso dell'attività svolta dalla Gdf nel 2008, dati imponibili evase per 5,1 miliardi di euro, quasi tre volte superiori a quelle di tutto il 2007 (erano pari a 1,9 miliardi di euro).

Ma la lotta all'evasione fiscale potrebbe consentire il recupero di 80-90 miliardi di euro: non si tratta di spiccioli, in pratica, l'equivalente di almeno quattro finanziarie degli ultimi anni che darebbe ossigeno all'ecomomia e incisività all'azione di governo in tempi di grave crisi finanziaria. Non è un mistero per nessuno: l'evasione fiscale in Italia è una patologia che distorce la competizione economica ed è anche fonte di ingiustizia tra chi paga le tasse e chi non le paga.

Nes/Gtu

 

 

  •  
  •  

Aggiungi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here