Home News Governo. Cicchitto: “Evitare cadere negli errori del 2006, organizzare il partito”

Governo. Cicchitto: “Evitare cadere negli errori del 2006, organizzare il partito”

0
3

"Compito principale del Pdl è quello di assicurare la governabilità e il consenso nel Paese, sia che la legislatura duri sia che si vada ad elezioni anticipate". Lo afferma il capogruppo del Pdl alla Camera, Fabrizio Cicchitto.

"Per questo siamo impegnati a definire quanto prima i punti programmatici e a raccogliere su di essi il necessario consenso parlamentare, innanzitutto da parte dei deputati e senatori eletti nel 2008 da una maggioranza assai precisa. Per quello che riguarda gli strumenti di consenso nel Paese - aggiunge - è essenziale combinare insieme i nuclei di base da costruire a partire dalle sezioni elettorali con le organizzazioni territoriali a livello comunale, provinciale, regionale, fino a quelli nazionali".

"Comunque non bisogna dimenticare che ai livelli locali, come ci insegna anche l'esperienza della Lega, la politica cammina sulle gambe delle donne e degli uomini che lavorano quotidianamente sul territorio. Bisogna anche evitare di cadere in errori del passato, come quelli commessi nel 2006", prosegue Cicchitto.

"Lavoriamo per definire dei punti programmatici precisi. A quel punto verrà l'ora della verità, in Parlamento si vedrà se c'è una maggioranza. Qualora non ci fosse, non apriremo la strada a governicchi o operazioni di palazzo, la legittimità democratica richiede che si torni alle urne", chiosa il capogruppo del Pdl alla Camera.

Poi Cicchitto si rivolge al finiano Italo Bocchino: "Chi è causa del suo mal deve piangere se stesso. Italo Bocchino non può dare tante lezioni, perché nell'arco di questi ultimi mesi è stato protagonista di polemiche violentissime che hanno portato a questa situazione di crisi politica e alla formazione di due gruppi parlamentari". "Una riflessione sull'acutizzazione dello scontro all'interno del centrodestra doveva essere aperta precedentemente. Adesso - ha concluso Cicchitto - la parola alle polemiche, poi credo che a fine agosto faremo il punto su questo complesso di questioni e vedremo cosa abbiamo sul tavolo".

  •  
  •  

Aggiungi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here