La protesta

Governo, Quagliariello (Idea-Cambiamo): “Lunedì in piazza con centrodestra”

2
979

“Al di là della regolarità formale, ciò che accadrà lunedì e martedì nelle aule parlamentari rappresenta comunque uno sbrego istituzionale che vede un presidente del Consiglio presiedere due compagini diverse e a tratti opposte e preannuncia il tentativo di una nuova conventio ad excludendum che pesi sulla democrazia italiana e ne blocchi per il futuro il fisiologico funzionamento”. Lo dichiara il senatore Gaetano Quagliariello, leader di ‘Idea’ e membro del comitato promotore di ‘Cambiamo’.

“Contro il tentativo di isolare e spingere ai margini del sistema politico un’area importante del Paese e la sua rappresentanza – prosegue -, è necessario un centrodestra che si differenzi nelle sensibilità ma che sia quantomai unito in una lotta dura, vitale e inequivoca. E’ un errore ritenere che si possa combattere ‘morbido morbido’. Per questo – conclude Quagliariello – lunedì 9 sarò in piazza insieme agli amici di ‘Idea’ e ‘Cambiamo’ e alle altre componenti del centrodestra”.

  •  
  •  

2 COMMENTS

  1. Bene. Credo che si debba anche dire che l’Italia è diventata una repubblica presidenziale e che il nascente governo è “GOVERNO MATTARELLA” in cui Conte non è altro che una “testa di legno”.
    Lavorare per una prospettiva non statalista ( e purtroppo Lega e FdI sono statalisti) e valutare se non sia il caso di andare formalmente verso una repubblica presidenziale alzando il velo della ipocrisia dell’operato di Mattarella.
    Cordiali saluti.
    Paolo Montagnese

  2. Perfettamente d’accordo.
    Ci sarò anch’io.
    Però la sacrosanta rabbia ed indignazione non deve far velo al fatto che , a livello nazionale, alle elezioni politiche il Centro Destra oggi si presenterebbe diviso né, oggettivamente, Salvini ha dimostrato saldezza, autorevolezza e le qualità di leader di un’area che DEVE rappresentare + del 50% della Nazione.
    Quindi, mettiamoci a lavorare a testa bassa in Umbria, Emilia e il resto seguirà . Però serve un progetto “non velleitario” e un Leader credibile.

Aggiungi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here