Haiti. 12 italiani ancora dispersi, dall’Italia in arrivo 5 milioni di euro

LOCCIDENTALE_800x1600
LOCCIDENTALE_800x1600
Dona oggi

Fai una donazione!

Gli articoli dell’Occidentale sono liberi perché vogliamo che li leggano tante persone. Ma scriverli, verificarli e pubblicarli ha un costo. Se hai a cuore un’informazione approfondita e accurata puoi darci una mano facendo una libera donazione da sostenitore online. Più saranno le donazioni verso l’Occidentale, più reportage e commenti potremo pubblicare.

Haiti. 12 italiani ancora dispersi, dall’Italia in arrivo 5 milioni di euro

17 Gennaio 2010

Sarebbero scesi a 12 gli italiani che, al momento, risultano dispersi ad Haiti. Lo ha reso noto il ministro degli Esteri, Franco Frattini. "Stiamo continuando le ricerche: sono ancora 12 gli italiani di cui non abbiamo notizia", ha detto il ministro, giunto a Roma di ritorno dalla missione in Africa, aggiungendo che sono saliti invece a 190 i connazionali contattati.

Intanto, l’Unità di Crisi della Farnesina ha fatto sapere d’aver avviato ad Haiti anche "sopralluoghi mirati", laddove questo è stato possibile, per cercare gli italiani che risultano ancora dispersi. "Sono una decina le persone che continuiamo a cercare in base a segnalazioni che nei giorni scorsi, a seguito dei ripetuti approfondimenti dell’unità di crisi, hanno rivelato un certo grado di indeterminatezza", spiegano fonti del ministero degli Esteri.

"Diamo la nostra disponibilità da ora a cancellare il debito che Haiti ha verso l’Italia, sono 40 milioni di euro", ha detto il ministro degli Esteri non appena atterrato a Roma. "È un primo modo per aiutare l’inizio della ricostruzione", ha detto il ministro. Frattini ha fatto sapere inoltre che l’Italia ha "già dato una prima disponibilità e ha impegnato quasi 5 milioni di euro per gli aiuti ad Haiti".